L’ANALISI DEL CALENDARIO: GERMANI PARTENZA MORBIDA, MA OCCHIO AL FINALE

La prima big solo all’ottava giornata, chiusura sul campo della Virtus Bologna

Brescia. Due neopromosse nelle prime quattro giornate, la prima big (Virtus Bologna) solo all’ottava. La Germani, al di là dell’assurdità di dover partire per la terza volta negli ultimi quattro anni da Masnago contro Varese, non puo’ lamentarsi piu’ di tanto del calendario. O quantomeno della partenza. Il primo match casalingo sarà con Tortona arrivata dall’A2, alla terza giornata la trasferta sul campo di Trieste non è impossibile alla luce di un ridimensionamento al quale hanno dovuto sottoporsi i giuliani.

Le prime big. Il primo test severo sarà alla quinta giornata a Sassari, ma fino al 14 novembre (ottava giornata) non ci saranno grandi squadre da affrontare: dopo aver affrontato la Virtus Bologna in trasferta, gli uomini di Magro alla decima e undicesima avranno un binomio di fuoco: Venezia in casa, Milano fuori. Finale di andata contro squadre con cui giocarsi l’ingresso nelle prime otto e quindi alle Finali di Coppa Italia: le due partite di fila in casa con Brindisi e Pesaro, con cui si chiuderà il girone ascendente, possono essere l’ideale abbrivio.

Parte discendente. Il girone di ritorno da quest’anno sarà asimmetrico. Nelle prime cinque giornate ci saranno tre trasferte (tra cui quella al Taliercio con Venezia, ma anche a Bologna con la Fortitudo e in casa di Tortona non sarà una passeggiata). Nella parte centrale altre due gare in casa di fila (ma una sarà con Milano…) poi un finale di livello simile a quello dell’andata, tranne l’ultima giornata: meglio non aver bisogno di punti a tutti i costi nei 40’ finali dovendo giocare in casa della Virtus Bologna.

condividi news

ultime news