PETRUCELLI: “SOGNAVO DI GIOCARE IN ITALIA E ORA SPERO NELLA CITTADINANZA”

La guardia-ala ex Ulm si racconta: “I miei bisnonni sono di Napoli, non vedo l’ora di misurarmi in un campionato dove ci sono grandi campioni”

Viso allegro, ma a tratti anche un po’ sornione, l’aria di uno al quale piace un po’ più ascoltare che parlare, John Petrucelli si presenta alla stampa e ai tifosi bresciani facendo emergere tutto l’orgoglio per le chiare origini italiane. Magro l’ha dipinto come un buon difensore, ma è anche convinto di riuscire a fargli emergere doti offensive. 

Petrucelli, quali sono le sue prime impressioni di Brescia?

“Atmosfera ottima. Dentro al campo quanto fuori. Voglio ringraziare Marco Patuelli per quanto fa per noi giocatori. Nel gruppo noto voglia di aiutarci e far parte del gruppo. Ho già girato già la città passando per i negozi e ho notato che la gente qui è molto calda”. 

D’altre parte lei ha sangue italiano nelle vene come si comprende anche dal suo cognome…

“Sono nato e cresciuto in America, ma i miei bisnonni sono originari di Napoli. Era un mio sogno mettere il mio cognome su una maglia italiana. Potrei ottenere anche la cittadinanza, spero che questo iter possa andare a buon fine confidando anche nella grande organizzazione che c’è alla Pallacanestro Brescia”. 

Sappiamo che negli Usa lei gestisce anche un’altra attività. Di cosa si tratta esattamente?

“Ho un’attività di business (Gabriel Kenny al suo fianco sorride, non lo sapeva e dice “interessante…”, ndr). Con mio fratello ci occupiamo di imbottigliare acqua, gran parte del lavoro pero’ lo fa lui, io mi ci dedicherò’ quando smetterò di giocare. L’anno scorso ho affrontato Brescia (in Eurocup con la maglia di Ulm, ndr), ma non sono riuscito a farmi un’idea della città. Ora ho una macchina e cercherò di esplorarla perchè da quello che ho visto mi piace già molto”. 

In Italia è atteso un campionato dal livello mai visto, con grandi campioni e coach di altissimo livello… 

“Ho visto le Olimpiadi e capito quanto è alto il livello nel basket mondiale. Non vedo l’ora di mettermi alla prova e di competere in questa lega”. 

Petrucelli si disseta dopo la conferenza stampa

condividi news

ultime news