GERMANI A TRIESTE CERCA ANCORA LA SUA ITACA

Dopo due sconfitte su due in campionato, gli uomini di Magro a caccia di una vittoria che possa rasserenare tutto l’ambiente nella città in cui Joyce scrisse l’Ulisse

Brescia. Faites vos jeux messieurs. La Germani Pallacanestro Brescia va a Trieste per suonare la carica e alimentare la classifica. Nella città mitteleuropea dove Joyce scrisse l’ “Ulisse” la Leonessa cerca ancora la sua Itaca. Non è un azzardo l’idea di quel che potrebbe essere il match di domenica all’Allianz Dome dove Tommy Laquintana aveva trovato casa nella stagione scorsa. Senza fronzoli né giri di parole, Magro e i suoi ragazzi sono indubbiamente chiamati ad una vittoria di cuore (l’ha gridato a gran voce nel post-partita di Tortona anche Amedeo Della Valle), soprattutto per trovare fiducia, per continuare a crescere e riuscire a concretizzare il lavoro delle settimane precedenti buttandosi alle spalle gli inciampi con Varese e Tortona. Sostanzialmente si chiederà a Moss e compagni di essere più continui nel rendimento evitando switch-off fatali, più efficaci nella realizzazione dei giochi, più incisivi nei momenti topici del match e assolutamente più precisi nei tiri. 

Ingredienti necessari. Al netto dei contorni animati dei giorni scorsi, e dei risvolti inaspettati di un match di pallacanestro, consapevoli delle proprie potenzialità e con le giuste sinergie, si tratterà semplicemente di giocare, di metterla nel cesto, gonfiare la retina, schiacciare il ferro, usare l’angolino giusto del tabellone (che potrebbe essere di aiuto per migliorare le non propriamente eccezionali percentuali da due) e metterci quel pizzico di fantasia ma soprattutto cuore che renda la ricetta perfetta.

Le volte di Trieste. Con già due punti in classifica dopo la bella prima vittoria in casa di misura con Brindisi (84-82), ma reduce dalla sconfitta nel recupero infrasettimanale di Pesaro (persa di 6 punti finita 74-61 per la squadra di coach Petrović) , il roster di coach Ciani (che inaugura il nuovo ciclo di Trieste da capo allenatore dopo la lunga esperienza con coach Dalmasson alla guida della squadra) proporrà sorvegliati speciali del calibro dell’ormai veterano classe 1986 Adrian “Avatar”Banks, guardia che non ha bisogno di presentazioni (se in giornata, il “piccoletto” di Memphis perfora la retina col solo potere del suo azzurro sguardo) approdato quest’anno nella città della bora, in cerca di riscatto da una non luccicante ultima stagione bolognese con la Fortitudo (forse uno di quelli che faticava a riconoscersi il giocatore della Brindisi dei play-offs dell’anno precedente la pandemia -lo ricordiamo protagonista indiscusso delle Final-Eight di Pesaro pre-covid), l’ala-pivot Sagaba Konate (assente con Pesaro) anch’egli nuovo innesto di fisicità e tecnica, di nuovo tra i convocati per l’occasione (ma quanto giocherà?), e ancora l’eclettico playmaker Corey Sanders in coppia con l’ormai collaudato Juan Manuel Fernandez, vecchia conoscenza (fu uno dei fautori della promozione dell’allora Centrale del Latte Brescia nel massimo campionato nella stagione 2015-2016) con l’ala forte lettone Andrejs Grazulis, e non da ultimo il lungo pivot argentino Marcos Delía che a Pesaro ha realizzato ben 15 punti sotto le plance fronteggiando il forte centro Jones (autore invece di ben 24 punti a fine gara) 

Molto degna di nota anche la presenza degli italiani confermati come Daniele Cavaliero (triestino doc) e i nuovi Fabio Mian (che ha fatto bene a Cremona), Luca Campogrande e Alessandro Lever.

Appuntamento all’Allianz Dome questa domenica alle 19.30

Con Bresciacanestro. Noi saremo in diretta dalle 18.45 dall’Allianz Dome per il pre-partita sulla pagina Facebook del nostro quotidiano on-line e su quella del nostro direttore Cristiano Tognoli. Dalle 19.30 la cronaca testuale del match. Nell’intervallo e a fine partita nuove dirette video per commentare con i tifosi. A seguire commento, pagelle, interviste e foto del match.

condividi news

ultime news