MAGRO: “PUNTI IMPORTANTI, CHE DOVEVANO ARRIVARE. PUBBLICO STUPENDO”

”Bravi anche a non far mai rientrare la Fortitudo. Loro in difficoltà, ma non è mai facile vincere di venti”

Brescia. Alessandro Magro si gode la terza vittoria consecutiva che proietta la Germani in una situazione di classifica insperata tre giornate fa.

Che partita è stata stasera?

“Parita difficile nell’approccio per il senso di urgenza della Fortitudo che poteva essere un’arma di extra motivazione per loro. Partita che non mi impauriva, ma creava un po’ di difficoltà: dovevo capire se la squadra doveva fare il passo in avanti che di fatto è successo facendo una vittoria corale di squadra. Ciò che mi fa più piacere è che andando sopra di venti c’era il rischio di farli rientrare e invece stasera non è successo. Vincere non è mai facile, nemmeno giocare una partita così: andare sul +20 e starci non è mai facile. Ma chi vuole fare un passo in più deve cercare di fare sempre meglio, di non accontentarsi, di non avere la pancia piena. Abbiamo visto Mitrou Long in versione scorer, ma ci sono stati giocatori come Eboua, Moore e Laquintana che hanno detto la loro e apportato punti e difesa. Il pubblico inoltre stasera è stato stupendo  e lo ringrazio”. 

Vittoria in cui i numeri parlano chiaro. Record di triple stagionale, cinque giocatori in doppia cifra…. e al ventesimo solo una palla persa. Anche da lì nasce la vittoria?

“Sono d’accordo . Ora si gioca con un po piu di tranquillità e un po più fiducia (palla che viaggia di più e nascono titi èiù aperti). Il grande passo avanti è la grande disciplina in una partita in cui abbiamo provato a correre di più e a spingere (che poteva creare più palle perse) ma non è successo. (Ringrazio tutto lo staff) per la terza volta consecutiva il piano partita è stato più che valido”.

Avevi detto di aver visto molto bene in settimana Eboua, Laquintana e Moore e infatti la loro prestazione è stata ottima. Ti eri immaginato di poter dominare e accelerare così come a Sassari? Inoltre Mitrou scorer è una scelta?

“Mitrou sa che deve guidare questa squadra e deve farla giocare…. Ma sa anche che deve crerare per se stesso e per gli altri per cui stasera ha fatto questo. Era molto in fiducia. Deve continuare in questa crescita. Certo in una partita in cui fai 6/8 da 3 ti prendi più fiducia e crei più facilmente. Avere sia lui che Amedeo con questa fiducia si aprono altri scenari. Per essere molto cinici sapevo che questi due punti dovevano arrivare ed erano molto importanti. E’ necessario giocare tutti i possessi. Se vinci di 20 mentalmente devi vincere di 21, non bisogna mai togliere il piede dall’acceleratore. Chiedo ai miei giocatori di giocare sempre al 100%. Vincere una partita così di venti con una squadra che è in difficoltà non è mai facile”. 

condividi news

ultime news