PROSSIMA FERMATA: TRENTO. PER NON FERMARSI

Dopo tre vittorie consecutive, la Germani affronta l’Aquila Dolomiti Energia che ha gli stessi punti

Brescia. Halloween non ha portato la Leonessa a fondo classifica come qualcuno temeva fino a qualche settimana fa, anzi ha dato nuovo sbocco sul campionato proiettandola all’ottavo posto e anche se è molto presto per ogni commento o previsione, la zona è molto interessante. Leit motiv noto ormai per Moss e compagni è il motto Trust- Process-Game-Team ovvero Fiducia-Processo-Gioco-Gruppo. Attenzione però che, come ammette coach Magro, novembre sarà un mese molto significativo per capire come si potrà proseguire il campionato e su cosa puntare. Certamente non ci si dimenticherà delle ultime tre belle vittorie consecutive che hanno ribaltato le sensazioni sulla squadra stessa. Le ultime prestazioni hanno prodotto due dei migliori realizzatori del campionato (Mitrou Long e Della Valle), i migliori rimbalzisti offensivi con palle perse in netto calo.

In crescita. Fiducia qui e ora con uno sguardo all’orizzonte e al futuro per un progetto che sta prendendo una forma ben precisa. E’ come andare in montagna e raggiungere una cima: la soddisfazione è tanta ma, tempo di scollinare, subito si apre un orizzonte nuovo al quale lo sguardo tende e che la mente si prefissa di raggiungere, per andare oltre e sempre più lontano; nel mezzo c’è  la salita, la fatica del lavoro, il mettere in gioco i propri limiti condividendoli con i compagni di cammino. Così la Germani si presenta in buona salute in tutti i reparti e sicuramente galvanizzata, ma ci viene da pensare che questo sia un momento ancora più delicato in quanto è molto più impegnativo continuare a vincere. Le aspettative che si creano sono sempre alte così come sempre più alta è l’asticella. In una sfida da pari classifica (6 punti dopo 6 giornate) i ragazzi di coach Alessandro Magro affrontano un’ Aquila Trento anch’essa con i propri punti di riferimento: il duo Mitrou Long-Della Valle si rispecchia molto in quello di Flaccadori-Saunders, per entrtambi dei quali lo staff tecnico sta puntando molto per un posto sempre più da leader. I bresciani, per una certa  specularità, potrebbero ritrovare il proprio alter ego negli avversari. La settimana è stata corta per il fatto che si gioca di sabato e non di domenica, ma i ragazzi, a detta di coach Magro, si sono allenati serenamente e bene e sono tutti a disposizione. La potenzialità strategica sarà incentrata sull’arginare il centro Johnatan Williams in grande evidenza nella partita di martedì in Eurocup (su di lui potremmo vedere Chirstian Burns e poi Mike Cobbins). Su Caroline e Saunders dovrebbero andare Petrucelli e Moss. 

Trento. Salutati Aaron Craft (idolo della piazza), Alessandro Gentile e Justin Knox, coach Lele Molin dispone di un gruppo reduce da una serie di trasferte tra campionato ed Eurocup nell’arco di tre giorni, ma anche da un buon inizio stagione con l’ultima vittoria importante a Pesaro. L’Aquila Trento si presenta a roster completo e forte di una settimana di allenamenti nel palazzetto di casa per cui con la possibilità di vivere più serenamente il match. In cerca del secondo successo consecutivo per piazzarsi meglio in classifica, sarà sicuramente un avversario temibile e per certi versi imprevedibile. Buona la condizione di Johnatan Williams dalla prestazione di Eurocup con 18 punti. Trento dovrà ritrovare un pò di continuità nel gioco e nelle percentuali dalla lunga distanza ma soprattutto nei tiri liberi che non sono state eccellenti di recente, soprattutto dovrà, come sua prerogativa, essere in grado di creare continuità di gioco anche su giochi rotti. Ci si concentrerà sicuramente sul controllo della coppia delle meraviglie bresciana, tuttavia converrà non perdere di vista nessuno della Leonessa che scenderà in campo poiché tutti terminali di Brescia si potranno rendere pericolosi essendo la Germani una squadra profonda e di buonissime rotazioni. Leggendo qua e là Trento sembra dover temere un po’ tutto il roster avversario, anche se è conosciuta come una squadra versatile e di buona improvvisazione ma anche di bei ritorni che le permettono di recuperare svantaggi e arrivare al foto-finish anche vincendo. I punti di riferimento sugli esterni per i trentini ci sono eccome: Flaccadori e Forray, in buona forma e perni della squadra con il loro carisma. Saunders, che col suo gioco un po’ flessuoso è spesso sfuggevole e segna tanto quando è in giornata attaccando il ferro ma tirando anche dalla lunga. 

Appuntamento alla BLM Group Arena questo sabato alle ore 19.

Con Bresciacanestro.com Sul nostro quotidiano on-line potrete seguire la cronaca testuale del match e a seguire commento, pagelle, interviste e foto fresche.  

condividi news

ultime news