MAGRO: “SPIACE PER IL DIVARIO FINALE, MEA CULPA SULLA ZONA INIZIALE”

Il tecnico della Germani: “Virtus Bologna più forte di noi e dicendolo non manco di rispetto ai miei giocatori”

Brescia. Alessandro Magro deve ingoiare il primo boccone veramente amaro della stagione. Perdere di trenta punti è sempre difficile da digerire, a prescindere dall’avversaria.

Coach cosa dice di questa gara ?

“Una partita persa con questo divario dispiace perché c’erano gli ingredienti per provare a coronare questa festa. Giustissimi i riconoscimenti. E’ stata una bella domenica di sport. Mi prendo la responsabilità quando all’inizio della partita ho voluto giocare la zona che ci ha fatto perdere un pò di aggressività e poi abbiamo deciso per l’uomo, ma ci hanno portati un pò a giro. Sono risuciti a giocare tante situazioni in più”. 

C’è qualcosa che le dispiace di più?

“Mi dispiace avere preparato la partita cercando di concedere di più i tre punti mentre i nostri avversai hanno avuto delle percentuali altissime da due e non si può competere con queste percentuali e una difesa così. Sapevamo che sarebbe stata una partita ad alto punteggio. Abbiamo avuto anche buone percentuali. Abbiamo poi avuto degli episodi che alla fine hanno permesso a loro di allungare nell’ultimo quarto e noi non avevamo più benzina. Quindi abbiamo avuto un primo quarto viziato da una mia scelta che non ha pagato e l’ultimo quarto in cui abbiamo pagato per la poca energia. Dobbiamo cercare di prendere  il positivo da questa sconfitta e andare a Reggio Emilia positivi. Anche l’espulsione di Teodosic non ci ha avantaggiati. Ha responsabilizzato più gli altri 9 giocatori. Weems è un giocatore di una solidità totale. Faccio loro un in bocca al lupo per il percorso in Eurocup. E  noi dobbiamo rimboccarci le maniche”. 

Pensa che la difesa di Pajola su Mitrou-Long vi abbia limitati sui giochi che avete preparato?

“Non penso, anche se Pajola, una dei migliori difensori del campionato, limiterebbe chiunque. La loro scelta tattica è stata intelligente ed è stata quella di mettere Weems su Della Valle, nascondendo Teodosic su Moss. Avere Amedeo, che è fondamentale per noi, marcato da due giocatori come Weems e Cordinier, che sono il doppio di lui, comunque ci avrebbe limitati. Quindi non è quella scelta tattica che ha segnato la partita. Weems-Pajola-Cordinier insieme invece ci hanno fatto faticare”.

Dicevi che bisogna concentrarsi sugli aspetti positivi di questa serata. Kenny Gabriel sembrava a pieno titolo integrato nella squadra. 

“E lo è in effetti, mi dispiace che ne esca un pò con le ossa rotte perché si è preso e ha sbagliato alcuni tiri più di altri. Credo però che ci vogliano anche le palle (testuale, ndr) per tirare. Aveva iniziato molto bene e molto partecipe. La stazza dei loro esterni era di un certo livello e quindi non si aveva la capacità di andare a trovare altre situazioni. Kenny è un giocatore importante, dobbiamo innescarlo in modi diversi. Avevamo preparato alcune cose che per scelta non abbiamo messo in atto stasera. E’ un giocatore su cui puntiamo molto”.

Forse l’assemza di giocatori non pesanti ci penalizza?

“Beh sì, ma con squadre come Milano e Bologna. Anche se devo dire che su un giocatore come Jaiteh ci siamo dimenticati di fare fallo e mandarlo in lunetta anziché fargli fare il gancetto che non sbagliava mai. Loro hanno anche così tanti giocatori che fanno tiri da tre e tanti che fanno assist. Abbiamo pensato di tenere l’uno contro uno. Avremmo dovuto fare fallo di più senza fargli fare punti su azione. Mi sento ancora colpevole perché Cobbins avrebbe dovuto giocare un po’ di più, per esempio”.

I nostri lunghi non avevano falli: li abbiamo fatti segnare senza fare falli buoni e sempre quasi in “velocità”.

“Beh loro hanno fatto le solite azioni che eseguono. Hanno questo modo di giocare per cui il 50% delle loro azioni si sviluppa così con i diversi terminali offensivi come quelli che hanno. Non posso pensare di essere contento se perdi di 30 punti, d’altra parte non penso di mancare di rispetto dicendo che loro sono più forti di noi in questo momento”. 

condividi news

ultime news