MESSINA: “COMPLIMENTI ALLA GERMANI” E POI BATTIBECCA CON UN GIORNALISTA BRESCIANO

”Della squadra di Magro mi è piaciuto il piglio con cui è stata in partita e ovviamente le due guardie”. Sbotta su un articolo scritto in settimana su un quotidiano: “Riportare notizie non vere non è giornalismo di classe”

Milano. Ettore Messina arriva nella sala stampa del Forum di Assago e sembra andare particolarmente di fretta. “Complimenti a Brescia che è venuta a giocarsi questa gara con ottimo piglio e si sapeva, noi però non abbiamo mai fatto canestro. Ci hanno tenuto a galla la difesa e i punti di Ricci”. Ha dato fiducia ad Alviti e anche lui ha ripagato l’ex ct della Nazionale con canestri pesanti: “Averlo fatto giocare quando eravamo in difficoltà dimostra quanto mi fidi di lui”.

La polemica. Chiediamo a Messina cosa gli è piaciuto di più della Germani. Ci guarda e sorride. Gli facciamo notare che essendo di Brescia è lecito per noi chiedergli un’opinione sulla squadra di Magro: “Certo, ci mancherebbe” ribatte. Capiamo che c’è dell’altro. L’allenatore di Milano argomenta: “So che non l’hai scritto tu, ma ho letto un articolo sulla vicenda Bortolani e dico solo che il buon giornalismo è basato sui fatti, non sulle invenzioni”. Messina si riferisce a un pezzo uscito nei giorni scorsi su un quotidiano locale nel quale si accennava a presunte frizioni tra i club di Brescia e Milano con quest’ultimo che non avrebbe gradito dichiarazioni del patron Mauro Ferrari quando nel settembre 2020 disse: “Milano è di un altro pianeta, ma in Supercoppa mi ha deluso”. Secondo l’articolo Messina si sarebbe legato al dito quelle parole, giocando con l’artiglieria pesante le due partite della scorsa stagione, non rinnovando il prestito di Bortolani e “strappando” Alviti che la scorsa estate era un obiettivo di Brescia. “Scrivere sulle ipotesi, su cose non vere, non è giornalismo di classe” dice Messina. Che poi risponde alla nostra domanda su Brescia: “Mi è piaciuto come è venuta a giocare con personalità, rientrando subito dopo essere partita sotto 9-0. Mi è piaciuta la partita delle due guardie Della Valle e Mitrou Long, mi aspettavo che la Germani giocasse così bene perchè avevamo studiato la loro prestazione con Venezia. Più che averla persa loro – conclude Messina – questa partita l’abbiamo vinta noi con un bel secondo tempo. Entrambi comunque andiamo a casa fiduciosi e contenti: noi per la vittoria, loro per la prestazione”.

Il mancato confronto. Il giornalista autore dell’articolo cerca quindi di chiarirsi con Messina, chiede un confronto, ma il coach di Milano lo respinge: “Hai già fatto abbastanza”. Accusandolo di aver scritto cose non vere (in realtà usa altri vocaboli). E Milano-Brescia finisce solamente qui. Alla prossima puntata.

condividi news

ultime news