PAGELLE: I SASSOLINI DI DELLA VALLE, FOLLETTO MOORE, COBBINS FARFALLA TRA I CALABRONI

Burns ombra di se stesso, Mitrou Long barca nella tempesta

Gabriel: 5.5 

Continua il suo lavoro nell’ombra, a guardare le statistiche il bottino sembra più esiguo di quanto in realtà si sia visto nei 34 minuti in campo. Resta il fatto che Kenny appare sempre con un grandissimo potenziale inespresso, come una bomba che potrebbe devastare la città e cambiare faccia alle partite, ma che sul più bello invece di esplodere fa solo i danni di un petardo in una lattina. Continua a sparare a salve, non prova una penetrazione e non tenta nemmeno un tiro dalla media, Davvero troppo poco per quel che serviva stasera e non solo stasera.  

Moore: 7 

E bravo il nostro folletto: tra i migliori dei suoi. Pare aver finalmente compreso cosa voglia da lui il coach. Concretezza, cose semplici, soluzioni elementari e proficue, qualche rimbalzo per ripartire in velocità e farsi trovare pronto a scattare per sorprendere nelle ripartenze. Stasera ha eseguito perfettamente tutti i compiti. Avanti così Lee !

Mitrou-Long: 6.5 

Stavolta non è decollato del tutto. E’ parso piuttosto una barca tra le onde altissime di una tempesta: a volte lo si è visto sulla cresta dell’onda con azioni di pregevole fattezza, altre volte invece è scomparso nel mare periglioso con palle perse banali e tiri dalla media distanza poco precisi. Non si è mai avventurato invece in penetrazione, nemmeno quando la difesa milanese aveva già consumato il bonus e infatti non guadagna nemmeno un tiro dalla linea della carità.

Petrucelli: 6  

Ormai si sa che la difesa è il suo marchio di fabbrica e la chiamata alle armi di stasera era assai impegnativa; tre canestri su penetrazioni per nulla banali , manca però il suo contributo dalla lunga distanza e anche nelle palle recuperate da qualche partita non arrivano grandi soddisfazioni. Negli occhi blu di John stasera è mancata la cattiveria agonistica necessaria per sgambettare i primi della classe.  

Della Valle: 8 (nella foto premiato prima del match dal “Chacho” Rodriguez)

Quanti sassolini avrà avuto nelle scarpette verdi stasera? Almeno 17 se li è tolti, rimanendo perfettamente in media per restare alto nella classifica dei migliori marcatori. Sempre concentrato, capace di meraviglie sia in penetrazione sia dalla lunga. Concentratissimo in difesa e con occhio sempre pronto non solo a centrare il cesto, ma anche a servire i compagni . Almeno 2 assist spettacolari sono stati rovinosamente sprecati dai compagni (il più sanguinoso quello di Cobbins nell’ultimo quarto che ha mancato tragicamente il -3 su un canestro che era più difficile sbagliare che centrare)

Eboua: 5.5  

7 minuti non sono solo una cameo e danno l’occasione per combinare qualcosa di concreto. Paul  sembra più diligente nell’eseguire i compiti, ma manca della necessaria faccia tosta per lasciare il segno. Certo fare i conti coi giganti da Eurolega che lo circondavano non era impresa semplice, ma in un paio di occasioni soprattutto in attacco anche stasera sembrava che la palla gli scottasse tra le mani. 

Parrillo SV

Cobbins 5

Sembrava una farfalla in un nugolo di calabroni, si è dato da fare per limitare lo strapotere degli armadi a 6 ante meneghini, ma 2 punti in 26 minuti sono davvero poca cosa e si fa molta fatica a perdonare lo spreco clamoroso sul già citato assist al bacio di Amedeo che poteva valere un importante rientro in partita.   

Burns: 4.5  

Da un mesetto in qua pare l’ombra di se stesso. Sarà forse da quando non parte più in quintetto? Fatica a prendere le misure con gli avversari riempiendosi di falli in pochissimi minuti, polemizza con gli arbitri su ogni chiamata ed il tecnico che rimedia stasera è pesantissimo nell’economia globale della gara. 

Laquintana: 6 

Gioca 8 minuti con dedizione ed affidabilità, gestisce la palla in modo assennato senza far calare ritmo e concentrazione. Manca un po’ di fortuna sulla tripla sporcata da Bentil che forse avrebbe acceso quella sfacciataggine che più volte in passato è valsa soddisfazioni e che quest’anno Tommy ancora fatica a far vedere.

Rodella 

Moss: 5.5 l

L’ effetto Forum che in più di un’occasione aveva destato gli istinti killer di David, stasera non ha sortito effetti di rilievo. Peccato che il Re Leone non fosse nella sua miglior versione perché l’Olimpia di stasera sarebbe anche potuta cadere in un bel tranello… Ma  ci voleva qualcosa di più di artigli poco affilati e di un ruggito un po’ imbolsito. 

Olimpia Milano

Melli 5

Grant 5

Fiorillo Sv

Tarczewski 7

Ricci 8

Biligha 5

Hall 5

Delaney 5

Shields 6

Alviti 7

Bentil 7 

Datome 7

condividi news

ultime news