PAGELLE E GIUDIZI: LE “CAREZZE” DI DELLA VALLE, PETRUCELLI ACQUA NEL DESERTO, LAQUINTANA DEI BEI TEMPI E GABRIEL CHE CHIUDE CHIUSA

Moss fa sentire la fisicità, Cobbins essenziale, Burns inizia dominando, Mitrou Long sempre adeguato

Gabriel 7: inizio un po’ nervoso, commette in un amen 2 falli che ne limitano ( forse anche troppo verrebe da dire) il minutaggio. Quando scende sul parquet fa però sentire forte e chiara la sua presenza: urla “Not in my House”  chiudendo in varie occasioni le saracinesche in difesa. 7 punti con mano calda anche dalla lunetta con pallone che scotta.  

Moore 6: più presente in difesa che in attacco con 2 rimbalzi difensivi che favoriscono ripartenze e con grande sacrificio sulle guardie sarde, ma in troppe occasioni Logan ha avuto vita troppo facile ed in partite così combattute la mano dalla linea della carità deve tremare di meno. 

Mitrou Long 8: è decollato 6 partite fa e non ha alcuna intenzione di toccare terra. Basterebbe il suo tabellino a giustificare il giudizio: 24 punti, 5 assist , 6 rimbalzi, 2 palle recuperate. Invece aggiungiamo che oltre a tutto questo Naz  è ormai un condottiero senza paura che distribuisce meraviglie non perde mai la concentrazione, incita i compagni, non si innervosisce . Adeguato in ogni situazione.

Robinson cerca di contrastare Mitrou-Long

Petrucelli 8 : si rasenta quasi la noia a ricordare come la sua difesa granitica sia per Brescia preziosa come l’acqua nel Sahara, ma stasera John ha deciso che la partita stasera la vincevano i padroni di casa e dunque negli ultimi tre minuti mette il turbo e difende alla morte spegnendo l’intramontabile Logan, prende uno sfonda, penetra con convinzione segnando punti aurei , non sbaglia dalla lunetta.

Della Valle 8: quando tornate a casa stasera  dal Paleonessa , date una carezza ai vostri bambini e dite loro , questa è la carezza di ADV e se andranno al campetto il giorno dopo non sbaglieranno un canestro. Semplicemente in stato di grazia. Ormai non serve che gli avversari mettano cartelli con la sua foro segnaletica e WANTED negli spogliatoi: non servono le taglie non basta il coraggio Amedeo della Valle ha troppo vantaggio. Cestisticamente adorabile.

Eboua 6: Magro gli dà una bella occasione di crescita, Paul svolge i suoi compiti in modo abbastanza ordinato. 

Parrillo sv

Cobbins 7: molto lavoro sottotraccia in difesa, un buon bottino in attacco dove sfiora la doppia cifra, resiste fino alla fine con 4 falli, ottime percentuali dal pitturato con un lusinghiero 3 su 3 con consueta schiacciata in Halley Hoop , discreta la percentuale dai tiri liberi con 3 su 4 . 

Burns 7domina sotto le plance nel primo quarto prendendo 6 dei 7 rimbalzi totali, chiude in doppia cifra e la sua tripla coraggiosa sul finire di terzo quarto è ossigeno puro. Un po’ meno lucido sotto le plancie nella seconda parte di gara , chiude infatti con un 3 su 8 da 2 per colpa di qualche sparacchiata da sotto.

Laquintana 7è la prima partita di quest’anno in cui Tommy pare tornato finalmente quello che ricordavamo prima di Trieste.  Una produttività mostrousa nei 15 minuti in campo con 11 punti ( 3 triple e 100%  e 2/2 ai liberi) . Commette solo 2 falli e senza sprecarli nella prima metà campo, prende 2 rimbalzi e non perde alcuna palla. 

Rodella sv

Moss 6,5: la sua stazza ed esperienza stavolta sono preziose, consente respiro a Petruccelli, recupera qualche prezioso pallone vagante, prende uno sfonda e non si può dargli colpe in un assurdo fallo intenzione fischiato ex aequo nell’accenno di rissa con Burnell.

Banco di Sardegna Sassari

Logan 7,5

Robinson 7

Kruslin 7

Gandini sv

Devecchi 5,5

Treier sv

Chessa sv

Burnell 5

Bendszius 7

Mekowulu 7

Gentile 6

Diop 6,5

condividi news

ultime news