GERMANI, CON TRIESTE PER SUONARE L’OTTAVA E BLINDARE IL TERZO POSTO. LA COPPA PUO’ ASPETTARE ANCORA QUALCHE ORA…

Questo sabato alle 20 al PalaLeonessa lo scontro diretto con l’Allianz. Brescia reduce da sette vittorie consecutive, guai ad avere la testa già al match di mercoledì a Pesaro con Trento

Brescia. Nemmeno il tempo di godersi la presentazione del bel progetto “Germani e Final Eight” con le belle maglie bianco-verdi a tema ambientale e l’allestimento di “Casa Brescia” che accompagnerà anche i tifosi nella trasferta al mare, che è necessario rifocalizzarsi sulla gara di ritorno con quell’Allianz Pallacanestro Trieste che all’andata (vedi foto in evidenza, era la terza giornata) si era presa beffa della Leonessa (non in grande giornata e ancora allo stato molto embrionale) con una magistrale prestazione di un Campogrande che rientrava dopo un lungo infortunio e autore della partita perfetta. Ci piacerebbe dire che quella è storia, ma anche da lì il gruppo che oggi si trova al terzo posto della classifica è passato prima di arrivare a trovare la giusta identità. E proprio questo match con Trieste è uno spareggio per blindare il podio del campionato.

Strada facendo. Certo di cammino ne è stato fatto. La coppia tiratrice Della Valle-Mitrou in vetta ai cannonieri? C’è. ADV azzurro nella long list di coach Meo Sacchetti? Fatto. Tommy Laquintana resuscitato? Eccome. Cobbins volante? Eccome se c’è. Petrucelli mordi avversari ce l’abbiamo, capitan Moss che ci mette lo zampino e trova sempre la mattonella ci sta, Burns snello e potente ok, Moore reattivo alla chiamata e tutta la panchina esultante e a supportare i compagni sempre e comunque anche questo c’è. Certo il cammino da fare è ancora tanto e sarà curioso osservare come, a distanza di nemmeno tre mesi, la stessa squadra riuscirà a dare prova del proprio cambiamento. A maggior ragione l’energia da portare in campo, non foss’altro per cercare di ridurre la differenza punti (8) subiti all’andata per avere poi vantaggio per gli eventuali play-off, dovrà essere altissima così come la concentrazione sfruttando il momento di grazia. Se il verde delle divise della Coppa Italia dona a tutti, questo sabato saranno i colori biancoblù da difendere ancora una volta e ci si aspetta un’altra bella prova da tutti.

Chi li ha visti. Un occhio di riguardo bisognerà averlo sui lunghi triestini, ma anche l’Allianz dovrà averlo poiché i pari ruolo della Germani si sono resi protagonisti di grandi prestazioni nelle ultime uscite. Burns e Cobbins avranno da arginare le incursioni in area di Marcos Delia (23 pt 9 rimbalzi 32 di valutazione contro Treviso) e Sagaba Konate, dando prova di fisicità e togliendo loro i riferimenti. Occhio anche alla giovane guardia/ala De Angeli (21 anni e 205 cm).

La forma di Trieste. Si presenterà con un anno in più sulla carta d’identità Adrian Banks, che in settimana ha soffiato trentasei candeline, ma la guardia ”Avatar” della LBA non mostra particolari segni di cedimento per cui darà il solito bel daffare visto il livello performante e di continuità che continua a mostrare. Anche i triestini godono di un periodo di serenità e buona forma in generale; l’ultima sfida li ha visti vittoriosi con la Nutribullet Treviso, commentata da coach Ciani come “un match di eccellente qualità agonistica, ritmo e volontà delle due squadre”, per poi fermarsi il turno della settimana scorsa per casi di covid nel Banco di Sardegna Sassari. Trieste ha anche ottenuto l’accesso alla Final Eight di Pesaro in posizione migliore rispetto a Brescia.

Chi c’è e chi no. Il roster di coach Ciani si presenterà pressoché al completo (con anche i nuovi innesti come l’ala/centro Luca Campani per sopperire all’assenza di Lever), salvo per la partenza di Fernandez che ha scelto di rientrare a casa e lasciare il campionato per seri problemi famigliari. Si sentirà l’assenza del playmaker (ex di turno), ma c’è Corey Davis arrivato a fine 2021. I lunghi Konate e Delia stanno facendo un gran lavoro recentemente e anche il lettone Grazulis dovrà essere l’osservato speciale di Kenny Gabriel. Fabio Mian, Campogrande e il capitano Cavaliero completano i biancorossi ma non con meno valore.

Alla Germani servirà massima concentrazione per suonare l’ottava. Alla Coppa Italia e al match con Trento di mercoledì a Pesaro si comincerà a pensare solo all’ultimo suono della sirena di questo complicatissimo match con Trieste.

Appuntamento al PalaLeonessa A2A alle ore 20.

Con Bresciacanestro.com. Saremo in diretta dalle 19.30 per il pre-partita video sulla pagina Facebook del nostro quotidiano on-line e su quella del nostro direttore Cristiano Tognoli. Dalle 20 la cronaca testuale del match. Nell’intervallo e a fine partita nuove dirette video per commentare con i tifosi. A seguire commento, pagelle, interviste e foto del match

condividi news

ultime news