BURNS: ”PUNTIAMO A VINCERE, SENZA PENSARE AL RECORD E IO VOGLIO GIOCARE ANCORA UN PO’ DI ANNI”

Il pivot della Germani a ”Basket Time 2.0”: ”Nel nostro gruppo si è creata una chimica speciale, il mio ruolo è cambiato e va bene così”

Brescia. Christian Burns ha rilasciato un’intervista esclusiva alla trasmissione ”Basket Time 2.0” andata in onda ieri sera su VideoBrescia Sport e sulle pagine Facebook di Bresciacanestro e di Cristiano Tognoli.

Nove vittorie consecutive, la squadra continua a volare. Dove pensate di poter arrivare?

”Non è certo normale essere in terza posizione, significa che abbiamo fatto un grande lavoro e vogliamo continuare così. Devo essere sincero: era difficile pensare di arrivare fin qui, nessuno se lo sarebbe aspettato, ma gradualmente abbiamo acquisito sempre più fiducia anche uno verso l’altro e questi sono i risultati”.

Domenica con Treviso si gioca anche per centrare il record delle 10 vittorie consecutive, sarebbe storico perchè la Germani non c’è mai riuscita da quando è in serie A. Mauro Ferrari ha detto: ”Ora andiamo a fare la storia”. Siete pronti?

”Non sentiamo pressione dall’esterno per questo record, noi non pensiamo alla storia, ma solo alla partita da vincere. Quando la Germani fece il filotto delle prime 9 partite vinte consecutivamente io giocavo a Cantù, francamente non riesco a fare paragoni. Posso parlare della squadra di adesso: i giocatori fanno parte di un sistema che risponde alle necessità del momento”.

Christian Burns nell’intervista Skype dalla… sua auto

Stai viaggiando a una media con più rimbalzi (7) che punti (6). L’anno scorso invece più di una volta furono fondamentali i tuoi canestri per vincere le partite. Come ti trovi in questo nuovo ruolo all’interno del gruppo?

”In effetti il mio ruolo all’interno della squadra è cambiato: mi sono messo a disposizione, quello che mi chiede il coach io faccio. Siamo una squadra dove ci sono leader come Mitrou Long e Della Valle, il mio ruolo è quello che vedete: segno di meno, ma è naturale, se serve posso cambiare ruolo anche l’anno prossimo. Non è un problema per me. Dobbiamo continuare a lavorare forte perchè altre squadre hanno fatto nuovi acquisti importanti”.

Se anche la Germani dovesse effettuare un innesto cosa cambierebbe visto che si ridurrebbero i minuti di alcuni giocatori?

“Non devo essere io a commentare questo. C’è il management che ci pensa. Siamo un gruppo partito dall’inizio, nessuno è cambiato, i risultati sono quelli che si vedono”.

A settembre compirai 37 anni, chi smetterà di giocare per primo tra te e Moss che ha due anni in più, ma continua a tenere botta?

”Non so cosa farà lui, io so che voglio giocare anche diversi anni. Di smettere proprio non ci penso. Il mio fisico risponde bene, sono carico al punto giusto per continuare a fare il giocatore e al resto per adesso non penso”.

condividi news

ultime news