PAGELLE E GIUDIZI: SERATACCIA PER I ”GEMELLI DEL GOL” NAZ-ADV, PETRUCELLI SAREBBE DA CLONARE

Buona energia da Gabriel e Moore, Burns prevedibile, Laquintana speculare alla squadra, Moss non ruggisce

Gabriel 6,5

Mette grande energia in difesa sia sotto canestro sia dal perimetro; quando nella seconda, pessima, parte di gara sembra esserci un coperchio sul canestro amico, Kenny ha due sussulti: uno dalla media ed uno dalla lunga, ma non sono sufficienti a riagganciare Tortona e riaccendere il motore offensivo che resta ingolfato e non consente il recupero. 

Moore 6,5 

Ripropone l’energia messa in campo nelle ultime gare, ma costa molto cara l’imprecisione dalla lunetta nei momenti culminanti quando era ancora possibile riaprire il match. Comunque sia anche stavolta uno dei migliori tra i suoi.

Mitrou Long 4,5 

Prima parte di gara con qualche imprecisione di troppo , ma con discreti attacchi al ferro e buoni assist; dal terzo quarto si spegne in ogni aspetto, perde palloni in modi assurdi (il tabellino dice 3, ma c’è da temere che lo scorer si sia distratto perché a naso le palle perse sono molto più numerose). Sparacchia sia dalla media che dalla lunga distanza (scarsissimo 20% con 1/5)  e nel generale caos in cui cade e fa cadere i compagni neanche si notano i totali 5 assist finali. Niente drammi, ma serve una veloce risalita in sella perché gli scivoloni sono arrivati a tre e per i play off serve la miglior versione del Canadese più ricercato dello stivale.

Nazareth Mitrou-Long è stato protagonista di una serata da dimenticare

Petrucelli 7,5 

L’unico a mostrare dall’inizio alla fine il marchio di fabbrica della Germani terza forza del campionato. Il primo a mettere il coltello fra i denti e l’ultimo a deporre le armi. Solito punto di riferimento della difesa e faro nella nebbia piemontese anche in attacco. Semplicemente da clonare.

Della Valle 5 (foto in evidenza)

Citando i (non impeccabili) cronisti televisivi di serata “ Amedeo ha tirato la carretta” tutto il campionato, con numeri quasi irreali e per una lunghissima striscia di partite: pretendere sempre l’eccellenza sarebbe ingiusto. Decollo con lunga rincorsa e prima parte di gara senza fuochi d’artificio, ma con discreto bottino ; seconda parte di gara molto deludente, incapace di togliere le castagne dal fuoco e  rimettere in carreggiata i suoi. Primo match in cui non centra  nemmeno una tripla: meglio ora che dal 9 maggio in poi.

Eboua 5

Otto minuti in chiaroscuro, nei quali prevalgono alla fine le imprecisioni e i mancati agganci. Non mostra affidabilità ed in una serata storta per quasi tutti , si adatta al clima generale e non costituisce neanche per un istante un elemento di discontinuità.

Burns 5

Sembra giocare molte partite in una: inizio sfavillante e a tratti dominante, fine secondo quarto in lento spegnimento, confusionario nella generale bagarre del penoso terzo quarto dei biancoazzurri e poco incisivo nel quarto finale. Urge recupero di compagni di reparto a restituire maggior efficacia sotto le plance e alternative a pick and roll efficaci, ma alla lunga prevedibili.

Christian Burns troppo altalenante

Laquintana 5 

La prestazione è tristemente speculare a quella della squadra; quando le prime linee non brillano, da Tommy ci si aspetta la rottura degli schemi, il guizzo “ignorante” capace di scrollare e rilanciare. Poco di tutto ciò si è visto stasera soprattutto nella seconda parte di gara quando il caos in attacco ha regnato sovrano e l’alternarsi delle castronerie cestistiche è stato equamente distribuito tra compagni. 

Tommaso Laquintana non è riuscito a trovare i suoi soliti guizzi vincenti

Moss 5

Regge discretamente in difesa nei primi tre quarti, ma non riesce a ruggire con la necessaria energia; resta scarso il contributo offensivo. Sfortunato nel contropiede lanciato dopo recupero, per scontro fortuito con arbitro che gli fa prendere un giro troppo lungo in penetrazione dove sbaglia un canestro di estrema importanza nella rincorsa ai piemontesi in fuga.

condividi news

ultime news