RAMONDINO: ”BRAVI I MIEI GIOCATORI, BRESCIA FONTE DI ISPIRAZIONE”

Il coach di Tortona commenta la vittoria casalinga della sua squadra esaltandone la dedizione e il coraggio: ”Ci serviva una prestazione di alto livello per battere una grande squadra”

Casale Monferrato. Marco Ramondino commenta così la vittoria della sua Bertram Tortona contro Brescia.

Grandi complimenti ai nostri giocatori per la partita disputata con grande rispetto per la loro dedizione e il loro carattere. Siamo una squadra che raggiunge risultati quando fa prestazioni di alto livello. Oggi ci sarebbero potuti essere dei momenti di frustrazione ad inizio partita, per le difficoltà di giocare con una squadra fisicamente importante e collegata dal punto di vista difensivo. In ogni momento ci impedivano di prendere il volo e ci punivano su piccoli errori rientrando in partita. Dal punto di vista tecnico-tattico la chiave sia stata la nostra capacità di salire a livello difensivo, di fisicità e presenza di esecuzione della difesa. Per una volta dal coraggio messo in difesa è nato anche un po’ di ritmo in attacco del quale avevamo bisogno per non giocare contro la loro difesa schierata che nel primo tempo è stata asfissiante e ci ha indotto a parecchie palle perse in situazioni in cui non abbiamo praticamente mai attaccato. Esprimo grandissimo rispetto di ciò che ha fatto Brescia in questa stagione. Ciò che sta facendo deve essere fonte di ispirazione per noi e di ammirazione. Quello che Alessandro Magro sta producendo è molto importante anche per la nostra generazione di allenatori”.

Coach la squadra era un po’ in difficoltà nelle scorse settimane e oggi ha fatto una prestazione in crescendo anche dal punto di vista fisico. Lei a parlato dell’attacco ma c’è stata anche una spinta emotiva dell’attacco, concorda?

“Credo nell’osmosi e nella partecipazione. Nel primo tempo era difficile entrare in partita per noi e per il pubblico che faticava a seguirci. Poi credo che ci sia stata una concentrazione generale su quello che stava succedendo in campo. Da lì è stato tutto bello, i miei hanno fatto delle giocate che hanno ricompensato il pubblico che ci seguiva e anche sabato avremo bisogno di avere questa unita d’intenti”.

Vincendo stasera, avete messo un ulteriore mattoncino sui play off. Che ambizioni avete?

“Grazie per la domanda. La nostra ambizione deve essere quella di fare un’altra grande partita sabato perché quando non giochiamo al massimo non vinciamo quindi il nostro focus non deve essere la posizione che raggiungiamo nei play off. Appena togliamo il focus dalla prestazione non otteniamo risultati per questo il nostro obiettivo è quello di cercare di fare un’altra grande prestazione contro Varese che potrà non essere eccellente a livello tecnico ma potrà essere compensata a livello emotivo e fisico. Se facciamo questo entreremo nei play off e nel momento in cui si partecipa bisogna farlo con l’intenzione di restarci il più possibile e prendere il treno che passa. Da questo punto di vista Brescia nel suo percorso è stata ammirevole. In più occasioni, anche nelle scorse partite, avrebbe potuto alzare il piede dall’acceleratore, ma non lo ha fatto dandoci un grande esempio di carattere e determinazione”.