BRAGAGLIO: ”CON BROWN ABBIAMO PRESO IL…LADRO PIU’ RICERCATO D’EUROPA”. DE BENEDETTO: ”CI SERVIVA UNO COSI’ PER I PLAY OFF”

La presidentessa: ”Sono contenta di averlo visto già esultare con la squadra”. Il direttore generale: ”Da agosto ci stiamo facendo tutti il culo, ora se lo farà anche lui. Insieme ci faremo un culo di qualità per continuare a divertirci”

San Zeno. John Brown arriva per la presentazione ufficiale alle 15.35 ed è estremamente sorridente, batte il cinque e ringrazia subito per l’accoglienza, dicendosi contento per essere tornato in Italia. Sul tavolo delle conferenze ci sono la presidente Graziella Bragaglio, il direttore generale Marco De Benedetto e l’allenatore Alessandro Magro. 

Graziella Bragaglio: “Delle varie definizioni che ho letto su John, quella che mi è piaciuta di più è stata “il ladro più ricercato d’Europa”. Giovanni Marrone è un nome molto simpatico”. E lui aggiunge: “Terzo. Giovanni Marrone terzo”. Bragaglio: “Sono contenta di averlo visto già esultare con la squadra. Ha fatto una finale di Coppa Italia, poi è stato alla corte di Coldebella a Kazan dove avrebbe potuto essere l’Mvp del campionato e forse anche dell’Eurolega se la squadra non fosse stata esclusa”. 

Marco De Benedetto: “Tante volte durante la stagione ci è stato chiesto come mai non abbiamo deciso di intervenire con nuovi innesti. Sia quando andavamo male che bene. Oggi giorno se non fai modifiche nei roster sembri un diverso. La diversità di fare basket è stata una nostra scelta, ben precisa. Quando non si interviene non significa non essere vigili. Col coach abbiamo sempre detto che la macchina non andava toccata perchè andava bene. John ha iniziato in un college piccolo, con una storia non banale. Alla sua prima Summer League lo vidi che esultava per i compagni nonostante fosse infortunato. Pensai: che strano… Venne preso abilmente da un mio collega, Giuffrè, per l’A2 e portato a Roma. John mi ha detto che è il più esigente verso sè stesso e con questo e la sua energia è riuscito ad essere un fattore in Eurolega. Già avere un giocatore di questo calibro significa aver fatto un regalo alla squadra e alla città. Ai giocatori abbiamo detto che si sono meritati di competere fino alla fine. I play off sono una bestia diversa e John in due allenamenti ha fatto capire di essere pronto molto più della media per calarsi al meglio su un treno in corsa. Qui ci stiamo facendo il culo da agosto, da oggi se lo farà anche Brown. Da oggi il culo di qualità è quello che vogliamo farci tutti per divertirci fin che potremo”. 

condividi news

ultime news