PAGELLE E GIUDIZI: BROWN PORTA IL SUO Q.I. CESTISTICO, I SOLILOQUI DI MITROU-LONG, IL GIGANTE EBOUA

Petrucelli graffia, Della Valle si concede una prestazione normale, Moss sonnecchia

Brown 7 (foto in evidenza)

Esordio senza particolari pressioni per il nuovo arrivo che pare decisamente a suo agio, con un po’ di fiato da recuperare, ma capace di mostrare sin da subito un Q.I. cestistico sopraffino con 5 assist illuminanti e già discretamente distintivo nella specialità della casa targata Germani ovvero: gambe piegate e scivolare in difesa. Peccato per una partita corale dove sembrava che i compagni avessero mangiato tutti la bagnacauda come pranzo pre- match. 

Moore 7

Il clima di generalizzata nonchalance (pure troppa a dirla tutta) giova alla prestazione del giovanotto, che sfrutta alla grande i 18 minuti a disposizione chiudendo il proprio tabellino con ben 13 punti, 3 rimbalzi e una sola palla persa.

Lee More in penetrazione

Mitrou Long 7,5 

Inizio sfortunato nel primo quarto con buoni attacchi sputati dal ferro, dal secondo quarto pare l’unico concentrato ad un livello accettabile e reattivo; sono spesso suoi soliloqui i minibreak che consentono di mettere a sufficiente distanza di sicurezza i modesti avversari. Il migliore dei suoi per stasera con 15 punti e 4 assist. 

Petrucelli 7 

I graffi iniziali in attacco arrivano dalle sue unghie: approccia la gara con la giusta grinta e mette la solita, immensa solidità difensiva a servizio della causa. Peccato per le sparacchiate da tre dove segna sì col 50 %, ma con errori su tiri apertissimi che contro gli juniores della prima retrocessa del campionato andrebbero segnati come fossero tiri liberi.

Mitrou Long, che dopo la barba ha tagliato anche i capelli, al tiro

Della Valle 6 

Una prestazione simile alla sua, per una guardia qualsiasi sarebbe da bellissimo voto: 14 punti, 50 % complessivo al tiro sia da 2 che da 3, 3 rimbalzi, 2 assist. Ma stiamo parlando di sua altezza ADV! Qui si ha a che fare con l’MVP del campionato fino ad ora disputato. Oltre a tutto stiamo parlando di una gara in cui il differenziale tra le due squadre era mostruosamente elevato. Quindi: manichina stretta nel voto in attesa di rivedere il vero ADV quando la posta in palio sarà davvero importante. Da grande campione quale è, merita un 10 per il buffetto sul sedere al giovanissimo Errica, bel gesto da un campione a un esordiente.

Un appoggio a canestro di Della Valle

Eboua 7,5 

Il migliore del reparto lunghi. Concentrato, presente a sé stesso, senza la minima traccia di timori reverenziali o vaneggiamenti alla ricerca della giusta posizione negli schemi d’attacco. Bravo Paul, è questa la tua versione che può davvero essere preziosa nei play off: 15 minuti di grande sostanza e qualità, miglior rimbalzista di serata con 9 rimbalzi catturati, 7 punti, solita buona affidabilità ai liberi.

Ottima partita di Paul Eboua: 9 rimbalzi per l’ex Pesaro

Burns  6,5 

Chiude in doppia cifra, con 11 punti frutto per lo più di ottime rollate dopo i blocchi, non fa mancare il suo contributo a rimbalzo con 5 carambole catturate, ma anche da lui, considerato il livello degli avversari ci si attendeva una prova sopra le righe. Lo stretto indispensabile, quel poco che ti basta per campar…

Cobbins 6 

A giudicare dalla prima palla toccata che finisce in una schiacciata devastante alla Shaquille O’Neal, la spalla di Mike sembrava proprio guarita. A giudicare invece dagli air ball dalla lunetta(desolante 1/8), invece, pare di capire che il lavoro di recupero necessiti ancora di una discreta aggiustatina. Ma tutta la panchina che si alza all’unisono per supportarlo al sesto libero consecutivo fallato, la dice davvero lunga sul team spirit di questo fantastico gruppo. Buon contributo difensivo e ancora due gare con poca posta in palio per recuperare ritmo e fiato; per il gran cuore che Mike mette, invece, non c’è nulla da recuperare: in 4 partite saltate non se ne è perso un grammo.

Laquintana 6 

Un tantino fuori fase rispetto alle sue miglior prestazioni, mette due buone realizzazioni (una da 2 e una da 3 ) ed un paio di assist intelligenti, ma va nel pallone in varie circostanze e coach Magro non gli concede più di una decina di minuti. Niente di grave, i veri festeggiamenti per la 200sima in serie A di Tommy arriveranno alla 201esima.  

Moss 6 

Se si vince la sufficienza la si da’ tendenzialmente a tutti, ma stasera la più stiracchiata è proprio quella del capitano. Viene il sospetto che il suo il pranzo pre- partita sia stato insolitamente a base di verza e cotechino dati i riflessi rallentati da abbiocco post prandiale. In attacco in particolare: rinunciatario al tiro anche dalle sue mattonelle predilette, poco concentrato quando alla fine del secondo quarto non si accorge che mancano due secondi alla sirena e invece di tirare passa la palla o quando Tommy gli confeziona un assist dietro la schiena da cineteca e lui non si aspetta il passaggio e non aggancia la palla manco per niente. Pomeriggio uggioso che conciliava i riposini, speriamo che domenica prossima torni il risveglio primaverile, sennò con la sete di punti di Varese saranno guai!

VANOLI CREMONA

McNeace 7

Juskevicius 7

Gallo 7

Kohs 6

Poeta 7

Errica 6

Tinkle 7  

Cournooh 7

condividi news

ultime news