PAGELLE E GIUDIZI: MITROU LONG NON CI STA A PERDERE, DELLA VALLE DOUBLE FACE, BROWN E GABRIEL NON BASTANO, BURNS OMBRA DI SE’ STESSO

Ottimo Petrucelli, Moore soffre il tonnellaggio, Cobbins soffre i lunghi sardi, Laquintana sbarazzino e sfortunato

Brown 7

Lotta con tutti i mezzi a disposizione contro lo strapotere fisico di Bilan , Diop, Bendzius e Burnell; è il miglior rimbalzista con 11 palle catturate (come quelle di Bilan), 8 punti (6 dei quali nel tentato recupero finale) e 2 palle catturate.  

John Brown ha lottato giocando una buona gara

Gabriel  7

Fa il suo sporco lavoro difensivo e dà una grande mano sotto le plance nel tentativo di rispondere con reattività e scaltrezza ai chili ed ai centimetri dei lunghi di Sassari catturando 7 rimbalzi. Fa anche il supplente di Adv tenendo Brescia a galla con 3 triple , ma la sua buonissima prestazione non serve a salvare la seconda in casa.

Un piazzato di Kenny Gabriel

Moore 5,5

Troppo tonnellaggio in campo per lui: punge poco in attacco, soffre molto in difesa con Burnell che ogni volta che se lo trova vicino si lecca i baffi come gatto Silvestro che pregusta Twitty . Il plus /minus di – 9 è abbastanza significativo rispetto alla prestazione: 4 punti di cui uno su azione e 2 su 4 nei tentativi dalla lunetta. 

Negativo ritorno in squadra per Lee Moore

Mitrou Long 8

Si porta letteralmente la squadra sulle spalle, per tutta la seconda metà di gara. Lui più di tutti ha avuto stampato sul viso il “Non ci sto a perdere”. Se ne sono bene accorti i tre che han provato a marcarlo nell’ultimo quarto e che si sono visti aggirare a fine gara  con vertigini, stati confusionali, crisi identitarie. Purtroppo il suo show non è stato sufficiente a ricucire lo svantaggio, la Germani ha bisogno di almeno altre due fantastiche sue prestazioni simili a questa per continuare a sognare.

Non è bastato lo show di Mitrou Long

Petrucelli  7,5

Le portentose energie consumate nei 29 minuti sul parquet lo fanno arrivare poco lucido nel finale, ma i 20 punti sfiorati, con  100% di realizzazione nelle penetrazioni di pura potenza, e le tre triple fanno della sua gara un’ottima gara.

Petrucelli e Cobbins cercano di fermare Logan

Della Valle 5

Primo tempo degno del Marchesino che conosciamo, secondo nel quale lascia la miglior versione di sé negli spogliatoi e fa entrare quella stanca, poco fiduciosa e rinunciataria. Speriamo con forza che l’aria di mare della Sardegna riporti gli occhi della tigre e faccia velocemente passare quelli della cernia che sono valsi un tremendo 16% da 3, 33% da 2 e zero punti segnati nei 15 minuti della seconda parte di gara. 

Della Valle ha iniziato bene e finito male

Cobbins 5,5

Vero è che i clienti di stasera avevano uno strapotere fisico impressionante, ma se nulla gli si può rimproverare nell’impegno a contrastare senza palla le ricezioni di Bilan e Diop, è risultato totalmente senza armi quando a questi la palla arrivava. Molte ingenuità in altri frangenti difensivi (per esempio fallo su tiro da tre di Bendzius) che pesano parecchio sul passivo inferto da Sassari e che non sono state compensate né da punti segnati (solo 3 alla fine) né da rimbalzi guadagnati (solo 4). 

Burns 5 (foto in evidenza)

Da troppe gare nervoso, è l’ombra di se stesso: scarsamente efficace in difesa e poco produttivo in attacco. Per portare a casa la serie alla Germani serve la miglior versione di ogni splendido ragazzo di questo gruppo e nel reparto lunghi i margini di miglioramento sono ampi…

Laquintana 6,5 

Inizia con il suo solito piglio sbarazzino, difende aggressivo e prova a rubare un paio di palloni, ma senza grandi risultati. Poco efficace anche nei tentativi di penetrazione dove trova la strada costantemente sbarrata ed è anche sfortunato nel paio di conclusioni dalla media e dalla lunga nelle quali il ferro sputa fuori la palla.  

Laquintana cerca di farsi spazio

Dinamo Sassari

Bilan  7

Logan  7,5

Robinson  7,5

Kruslin 5,5

Gandini sv

Devecchi 6,5

Treier 6

Burnell 7.5

Bendzius 7.5

Gentile 6,5

Diop 7

condividi news

ultime news