MAURO FERRARI: “ADV BLINDATO. DOBBIAMO DIMOSTRARE LA NOSTRA BRAVURA, PER ORA SIAMO STATI FORTUNATI. SULLE COPPE E’ NECESSARIO VALUTARE ATTENTAMENTE”

Intervenuto con Alessandro Magro e Marco de Benedetto nel corso della trasmissione “Basket time ” condotta da Jacopo Bianchi su Telettutto, il patron della Germani Pallacanestro Brescia fa il punto su budget e programmi futuri

Brescia. Pochi concetti ma ben chiari. Questo è quanto hanno dichiarato tre dei protagonisti della struttura Germani Pallacanestro Brescia questa sera in televisione.

Il patron Mauro Ferrari: “La società sta facendo grandi sforzi e ne metterà in campo di nuovi ma è fondamentale ponderare bene anche un’eventuale partecipazione alle coppe. Pallacanestro Brescia, per i risultati conseguiti quest’anno è stata invitata a parteciparvi, non ha chiesto. Dobbiamo pensarci bene, per diversi motivi tra cui anche quello di non chiedere ulteriori sforzi al nostro pubblico che avrebbe anche un doppio impegno economico. Che siamo bravi lo dobbiamo dimostrare nella prossima stagione; quest’anno, grazie ad una serie di situazioni favorevoli abbiamo dimostrato di essere stati fortunati”.

Sui giocatori: “Amedeo Della Valle è blindato a Brescia; i contratti dei giocatori saranno gli stessi con una maggiorazione e un premio per il risultato della stagione appena trascorsa. Gabriel, Cobbins, Petrucelli, che per ora è ancora americano, sono a contratto e ci sarà modo di discutere, se si trova un accordo potranno rimanere. Proprio per gli sforzi che si stanno mettendo in campo, sicuramente nei prossimi due mesi sarà assolutamente necessario riunirsi con tutte le società e il presidente federale Petrucci poiché il meccanismo attuale del basket è montato al contrario e rischia di “estinguersi”, essendo un sistema in cui per vincere è necessario spendere tantissimo e alla fine spendi poco se perdi. Bisogna assolutamente investire sulle giovanili

Così invece hanno parlato Marco De Benedetto e Alessandro Magro : “Abbiamo creduto in un progetto mettendo insieme dei pezzi che poi si sono dimostrati funzionare. Con poche idee ben chiare e grande attenzione cercheremo di portarlo avanti anche nella prossima stagione, sia con un roster che non cambi tanto che con un roster nuovo. Siamo stati bravi a coinvolgere i giocatori scelti e a farli sentire parte del progetto. Ora è presto per nuove decisioni, certo ci stiamo già lavorando ma dovremo sederci davanti ad un tavolo e valutare i diversi punti. La partecipazione alle coppe europee verrà valutata molto attentamente”