SQUADRA GIA’ BUONA, IL SESTO AMERICANO MEGLIO NON INSERIRLO IN CORSA

Brescia. Per molte squadre il cerchio si è chiuso, ovvero il roster si è completato, per altre ancora no, manca ancora da completare qualche tassello.
È il caso della Germani Pallacanestro Brescia ,che è alla ricerca di un americano dopo il ritorno del figliol prodigo ADV.
A mio avviso è da prendere subito e non in corsa, non credo molto nell’inserimento di un giocatore a campionato iniziato, vedi John Brown (foto in evidenza).
Fino adesso la Germani è stata molto attiva sul mercato. Il GM De Benedetto partecipando alla Summer League avrà avuto modo di vedere giocatori interessanti, anche se poi il suo mercato riporta giocatori che hanno mosso i piedi sui parquet europei; questo gioca a favore dell’impegno in Coppa, parlando anche con allenatori che militano nell’Eurolega, sono tutti concordi che non si prendono giocatori dagli Stati Uniti per una coppa europea o che non abbiano militato almeno un anno  in Europa, per una questione di dinamiche di ambientamento e inserimento.
La compagine bresciana, sulla carta lascia ben sperare, però si sa che la carta non va in campo è una formazione tutta da scoprire chi è andato è andato ed i nuovi è da vedere se saranno funzionali come chi c’era prima. Con la speranza che si possano raggiungere, se non meglio, i risultati della scorsa stagione.
Bisogna tener conto che molte squadre che hanno deposto le armi contro Brescia si sono rinforzate quindi per Brescia non sarà una passeggiata: difficile ripetersi, ma con le strategie dello staff tecnico di Brescia tutto è possibile.
Il mio parere è che si potrebbe cominciare con 5 stranieri e un buon italiano in aggiunta come dodicesimo però se lì tassello mancante dovesse arrivare subito sarebbe meglio.

condividi news

ultime news