POZZECCO: “UNA DIAGNOSI SUL GALLO PER ORA NON C’E’, MA L’HO VISTO SOFFRIRE MOLTO. SPERO CHE IL MIO PESSIMISMO VENGA SMENTITO, SO COSA SIGNIFICA ROMPERSI UN CROCIATO…” 

Il coach azzurro: “Grande risposta di squadra, anche se non ne avevo bisogno. Adoro questi ragazzi, ora esigo che vengano protetti. Si gioca troppo”

Datome: “Tutto perfetto tranne ovviamente che per quanto accaduto a Danilo…”

Il tecnico georgiano: “Perchè tutte queste partite prima degli Europei? Poi succede quello che abbiamo visto con Shengelia e Gallinari…”

Brescia. Nel dopo partita di Italia-Georgia tiene ovviamente banco l’infortunio di Danilo Gallinari. 

Gianmarco Pozzecco è affranto: “Il Gallo era così gasato dal giocare questa partita, stava facendo così bene, era un piacere vederlo giocare. Che dire? Non so proprio se Danilo potrà essere disponibile tra pochi giorni. Una diagnosi non c’è ancora, mi sono rotto il crociato, so cosa signfica, mi auguro non abbia nulla, ma l’ho visto soffrire tremendamente. Con lui avremmo potuto vincere l’Europeo. Sono comunque orgoglioso della riposta che mi hanno dato i ragazzi, anche se non ne avevo bisogno. Li adoro. Ho giocatori che vengono solo per il piacere di giocare, non per soldi. Ho un rispetto verso questa squadra che nemmeno potete immaginare”.
In sala stampa anche Gigi Datome: “Difficile parlare della partita dopo l’infortunio di Danilo. E’ stata una gara dura, molto buona, direi perfetta tranne che per quanto accaduto al nostro compagno”.


Ilias Zouros, coach georgiano, è scuro in volto, ma non tanto per la sconfitta: “Ci sono troppe partite prima degli Europei e poi succedono infortuni come quelli di Shengelia e Gallinari…”.