DELLA VALLE E PETRUCELLI TRASCINATORI, MA ORA SERVE ANCHE IL CONTRIBUTO DEGLI ALTRI

Dopo tre giornate sono la miglior coppia di esterni del campionato, Magro vuole però giocare diversamente dall’anno scorso quando Adv e Mitrou Long erano le punte di diamante

Brescia. Le prime tre apparizioni ufficiali della Germani in questa Serie A hanno avuto un filo conduttore: le grandi prestazioni di Amedeo Della Valle e John Petrucelli (foto in evidenza). Se l’MVP della stagione 2022-23 ha continuato a trascinare Brescia a suon di canestri, l’ex Ulm ha aggiunto tanto nella metà campo offensiva rispetto all’anno scorso, acquisendo consapevolezza. Ma queste ottime prestazioni individuali, rispetto al rendimento dei compagni, hanno unicamente una chiave di lettura positiva?

Amedeo Della Valle

La miglior coppia d’esterni delle prime 3 giornate. Iniziamo a sfoderare qualche numero: oltre all’impegno nella metà campo difensiva, John Petrucelli è a quota 23 punti di media nelle prime tre giornate di campionato. L’offensive rating dell’ex Ulm (dato che misura l’efficienza offensiva di un giocatore quando è in campo e stima i punti prodotti su 100 possessi) è di 138,4. Se consideriamo la differenza tra offensive rating e defensive rating (che a sua volta misura l’efficienza in difesa ed è un dato che deve essere il più basso possibile) viene fuori un differenziale di +29.5, con cui risulta essere il migliore del campionato tra i giocatori con più di 25 minuti di media. 

Anche ADV non è da meno nella metà campo offensiva: 7° in campionato per punti segnati con 17.7, con JP forma la migliore coppia d’esterni di queste prime 3 giornate: 40.7 punti in 3 partite: nessuno come loro. 

E’ vietato dipendere dalle loro giocate. Se ci addentriamo ancora più a fondo, scopriamo però che questi dati possono far gioire la Germani solo parzialmente: è vietato cadere nella trappola della dipendenza dalle due “punte”. Petrucelli e Della Valle sono la coppia di giocatori che ha effettuato più tiri dal campo in queste prime tre partite in LBA: 23 conclusioni ad ogni allacciata di scarpe, senza contare i tiri liberi. Dal 33’ della partita di domenica fino al termine del supplementare, quasi due tiri su tre della Germani partivano dalle mani di John e Amedeo. Troppi, troppe energie utilizzate con una partita di Eurocup dopo sole 72 ore. Magro ha sottolineato più volte come l’obbiettivo nelle rotazioni debba essere quello di distribuire il più possibile tiri e minutaggio: in queste prime giornate, invece, Petrucelli e Della Valle sono stati chiamati a dover fare gli straordinari. 

Non si può giocare come l’anno scorso. E’ stato proprio Alessandro Magro a ripetere il concetto: serve di più dalla panchina, serve di più da alcuni giocatori in particolare che non sono riusciti con Scafati a reggere il campo per i minuti che sarebbero stati necessari, soprattutto in attacco. Se vogliamo sviscerare altri numeri, possiamo fare il confronto con il rendimento delle due punte della squadra dell’anno scorso, ovvero Naz Mitrou-Long e Amedeo Della Valle: il coach della Germani ha giustamente definito un “bipede” la formazione della stagione 2021-2022, con due giocatori di assoluto valore offensivo e gli altri a fare da supporting cast. 

Il confronto con il duo Naz-ADV del 2021-22. Quest’anno l’intenzione è una maggiore distribuzione delle responsabilità, grazie anche ad un roster più profondo e attrezzato: com’è andata, però, nelle prime tre giornate? John e Amedeo hanno prodotto 40,7 punti, ovvero il 50% scarso del fatturato della squadra, a cui hanno aggiunto 7 assist sui 16 totali a partita. L’anno scorso il contributo di ADV e Mitrou-Long ha portato 35,1 punti segnati (il 41% del totale) e 8,7 assist su 16 alla causa. 

La conclusione. Da questi numeri traiamo la conclusione che Amedeo Della Valle e John Petrucelli hanno iniziato questa stagione con le marce alte, producendo tantissimo in entrambe le metà campo e figurando in cima a diverse graduatorie statistiche della LBA. In queste prime giornate sono stati i trascinatori, i fari che hanno indicato il porto sicuro ai nuovi arrivati: dalle prossime partite, però, il copione dovrà cambiare. Con 48 partite da disputare (come minimo…) serve un maggior contributo offensivo dei compagni, per avere più soluzioni in ogni partita e permettere ai due giocatori già citati di non finire troppo presto la benzina: è una conditio sine qua non per giocare una pallacanestro sostenibile e adeguata al doppio impegno. In questo senso è necessario avere pazienza, consapevoli che la stagione è all’inizio, la preparazione è stata complicata e che un anno fa la situazione era assai peggiore…

Advanced stats source: www.hackastat.eu

condividi news

ultime news