MAGRO: “E’ SOLO UNA VITTORIA, MA CI VOLEVA. RITROVATA LA DIFESA”

“Ero a disagio nel vedere la mia squadra che non difendeva come l’anno scorso. Cobbins è stato celebrato dalla squadra in spogliatoio, Cournooh ha fatto un’altra grande gara, Massinburg gioca con il freno a mano, lo aspettiamo. Moss ha un affaticamento, ho preferito non rischiarlo”

Brescia. Alessandro Magro può tirare un sospiro di sollievo. La Germani è tornata alla vittoria. Anche se non sono stati certo risultati tutti i problemi.

Coach, qual è il suo commento a questa vittoria casalinga contro la seconda forza di questo inizio di campionato?

“Siamo felici di aver vinto questa partita in casa per la nostra proprietà e i nostri tifosi, che sono venuti numerosi a sostenerci. Abbiamo giocato contro una squadra ben costruita, che gioca bene in attacco e in difesa ed è ben allenata: sono soddisfatto soprattutto della capacità di rimanere in partita. Mi è piaciuta la nostra capacità mentale e come abbiamo tenuto botta nel terzo quarto dopo che il vantaggio era ormai ridotto ad un paio di punti. Credo che sia una dimostrazione che la qualità e la quantità del lavoro fatto nella sosta è stata importante ed è servita. Ci siamo affidati ai giocatori che fanno parte di questo gruppo da più tempo: menziono soprattutto Cobbins, giustamente celebrato nello spogliatoio dalla squadra. Ha fatto una partita molto solida, in difesa e a rimbalzo. Stiamo aspettando gli altri: abbiamo bisogno di tutti nella rotazione. Ha dato una mano importante anche Chris (Burns, ndr), che poi non ho inserito nel secondo tempo, ma è stato prezioso nel primo”.

Difficile non notare l’ottimo lavoro dalla panchina di Cournooh

“Lavoriamo perché anche i nuovi sentano la fiducia per poter osare: uno di questi è proprio Coournooh, che ha giocato un’altra partita molto solida. Sono contento, ma sono consapevole che è solo una partita: eppure solo con questa vittoria siamo tornati nella parte centrale della classifica, a dimostrazione di come quest’ultima sia corta e di come ci possano essere tanti risultati inaspettati. La speranza è quella di ritrovare tutti giocatori: la partita di oggi l’abbiamo affrontata senza due americani dunque speriamo di essere al completo al più presto. Penso che sia stata una bella partita da parte nostra”.

Moss ha problemi fisici?

“Contiamo di poterlo rimettere in campo mercoledì in Romania. Stasera non lo abbiamo rischiato: ha avuto un affaticamento. Abbiamo accorciato le rotazioni, con anche Laquintana che poteva giocare solo 20 minuti: speriamo di riavere David per l’Eurocup”.

Stasera avete battuto Tortona con quello che era stato il loro punto di forza finora: la difesa

“Non c’è stato dubbio su quale fosse l’aspetto su cui lavorare di più nella pausa. Confesso il mio disagio in tal senso: ero un po’ sorpreso delle nostre prestazioni difensive deludenti. Ero sorpreso. Stasera, a prescindere dei tiri aperti sbagliati dalle due parti, c’è stata una buona energia, totalmente diversa dalle settimane precedenti. In conferenza stampa mi avevate chiesto se giocare con Tortona non potesse essere un vantaggio in questa situazione: alla fine lo è stato. Ma dobbiamo imparare velocemente ad essere una squadra che ama sporcarsi le mani, con umiltà, e che mette energia in campo. Solo in questo modo possiamo competere per grandi traguardi”.

Su cosa avete lavorato soprattutto in questi giorni e cosa ti ha soddisfatto di più stasera?

“La squadra dal punto di vista fisico sicuramente ha potuto dare di più e ha dimostrato una buona tenuta, anche grazie all’ottimo lavoro del nostro staff. Abbiamo lavorato su un paio di concetti, abbiamo aggiunto un paio di situazioni offensive e ci siamo concentrati su come attaccare la loro difesa sul pick and roll: ho visto la volontà nelle due metà campo di sporcarsi le mani e questo mi ha soddisfatto. Dobbiamo comunque essere consapevoli che è solo una partita”.

Ti abbiamo visto parlare per diversi secondi a Massinburg durante un timeout, in un momento della partita difficile per lui: come giudichi le sue difficoltà?

“Era un siparietto che avevate visto anche con Naz l’anno scorso… C.J. deve avere fiducia. Bisogna tenere a mente che tutti i giocatori qui sono stati scelti e sono parte del progetto: se ci sono delle opportunità vanno prese, se ci sono dei tiri vanno presi con decisione, anche se è ovvio che le alternative dalla panchina ci sono e che se qualcuno tirasse 0/10 lascerebbe il posto in campo a qualcun altro. Massinburg sembra giocare un po’ con il freno tirato e non sono io a tirarlo. Guardiamo ad esempio Cournooh: sta dando tutto nelle due metà campo e questo è quello che vorrei vedere. Abbiamo la pazienza di aspettare CJ:lui deve essere più libero di testa”.

Ora la trasferta di Cluj e poi l’anticipo con Trieste, come recupererete le energie?

“Dovremo accelerare i tempi, ma la trasferta è più comoda rispetto a tante altre, con un volo diretto da prendere la mattina. Considerando che alcune volte abbiamo dovuto e dovremo ancora fare tante ore di pullman, questa è una trasferta un po’ più comoda”.

condividi news

ultime news