MAGRO: “SE VOGLIAMO COMPETERE NON POSSIAMO SUBIRE COSI’ TANTO”

Il coach della Germani dopo la sconfitta a Cluj: “Si è fatta sentire la differenza nel pitturato, non ho capito il metro arbitrale. Mi prendo la responsabilità di aver tenuto Cobbins in campo nel finale, non credevo che loro avrebbero fatto subito fallo. Massinburg? Ho apprezzato almeno la sua aggressività”

Cluj. Dopo la prestazione balistica strabiliante del primo tempo, Brescia abbassa le percentuali nel secondo tempo e subisce la rimonta del Cluj che infligge la terza sconfitta in cinque partite in Eurocup alla Germani: ecco il commento di coach Alessandro Magro nel post gara. 

Coach, qual è il commento ad un’altra sconfitta punto a punto?

“Intanto faccio i complimenti a Cluj, squadra che è stata in grado di sfruttare i nostri errori e vincere la partita. La differenza nel pitturato si è fatta sentire. La percentuale da 3 punti ci ha tenuto in partita nel primo tempo, poi, come era normale che fosse, abbiamo sbagliato qualche tiro e qualche libero. Non possiamo permettere agli avversari di segnare così tanto se vogliamo competere. Nonostante ciò, alla fine abbiamo alzato un po’ l’intensità con alcune buone difese e palle rubate che ci hanno permesso di correre e di rimanere a contatto: poi alcune chiamate arbitrali non ci hanno favorito, ma questo è il basket e questi sono aspetti che non possiamo controllare”.

E’ un passo indietro rispetto a Tortona, soprattutto nella metà campo difensiva?

“Non è una questione di passi indietro, è una questione di metro diverso: avete visto tutte le volte che con Tortona Amedeo Della Valle è andato in lunetta, stasera non è andata così. Se c’è un metro deve essere mantenuto durante tutta la partita e per tutte le squadre e io questo non l’ho percepito, anche se devo rivedere la partita. Loro sono stati molto fisici, Stipanovic e Guzman ci hanno fatto molto male, così come il post-up degli esterni che con Tortona non abbiamo dovuto affrontare. Io non paragonerei le due partite. Mi prendo la responsabilità dell’ultimo timeout, in cui ho deciso di tenere in campo Mike Cobbins pensando che non avrebbero fatto fallo subito. Ma alla fine è stata una partita che è finita in un paio di possessi, dopo che abbiamo alcuni canestri di troppo soprattutto nel primo tempo, soprattutto su tagli e blocchi ciechi: non possiamo concedere tutte queste cose, perché ala fine poi sono 14 punti comodi da sotto che fanno la differenza”.

Nonostante gli errori che hai nominato, Brescia è rimasta in partita con l’attacco: è la cosa positiva da portarsi a casa?

“Possiamo fare meglio, però come sempre siamo performanti: cerchiamo di spingere tutte le volte che possiamo e cerchiamo di condividere il pallone, anche se dovremmo farlo di più. La difesa di Cluj è stata sempre stata aggressiva, provando a negare sempre Amedeo facendo quasi una box and one su di lui: spesso abbiamo trovato buone situazioni usandolo da bloccante, come nel canestro annullato di Petrucelli. Non ci dimentichiamo che oggi c’è Massinburg che non ci sta dando abbastanza e che c’è un altro americano a casa (Caupain, ndr), oltre a David Moss che ha giocato dopo non essersi allenato per una settimana e con Petrucelli che era “game time decision” per un problema muscolare. Non possiamo regalare sempre così tanti giocatori. Sicuramente Cluj ha tanti meriti per averne approfittato”.

Visto che hai citato Troy, si sa qualcosa sui tempi di recupero?

“Non lo sappiamo, questa settimana farà un altro controllo”

Sono uscite voci che non rientrerà prima del 2023….

“Neanche noi sappiamo il rientro e dobbiamo fare ancora degli esami in tal senso: non so come possano essere uscite certe voci. Così come quella di Bortolani: non sempre le informazioni in circolo sono vere”.

Come si può accendere Massinburg in questo momento?

“Stasera ho apprezzato il fatto che è stato molto aggressivo: purtroppo quando sei fuori casa, gli altri segnano e lui produce errori sono costretto a tenerlo seduto, tenendo dentro gli altri che stanno facendo molto bene. E’ stata una mia scelta. Comunque stasera l’ho visto aggressivo, nonostante gli errori”.

condividi news

ultime news