PAGELLE E GIUDIZI: GABRIEL PRESSOCHE’ PERFETTO, DELLA VALLE ALLA FINE POCO LUCIDO, PETRUCELLI ALL’ARREMBAGGIO, MOMENTACCIO MASSINBURG

Cournooh da soldato semplice a caporale maggiore, Akele continua la crescita, Odiase appare e subito dopo scompare, Cobbins ai liberi è un pianto e stavolta nemmeno si salva coi rimbalzi, Laquintana non sfrutta le chances, Moss c’è anche in attacco

Gabriel 7,5 : Prestazione pressochè perfetta, unico errore di rilievo la scelta, nel momento clou della partita a metà quarto quarto di tirare dalla media senza esito e senza alcun compagno a rimbalzo invece di attacare il ferro con gli avversari in bonus. Per il resto un imperioso  4/4 da 3 punti, difesa monumentale, 6 rimbalzi,  una stoppata su tiro da tre cui segue coast to coast veloce come un TGV e gran schiaccione finale. Peccato per la sconfitta, se il campo avesse premiato Brescia questa sarebbe probabilmente da ricordare come una delle migliori partite di Kenny. 

Massinburg 4: dispiace davvero per questa collezione di prestazioni che si fatica a commentare, nelle quali C.J. riesce a fare più errori di quanti palloni tocchi e neppure in difesa sia in grado di stare sulla stessa pagina dei compagni. Non ne imbrocca davvero mezza. Le peggiori prestazioni del peggior Crawford di due anni fa sarebbero oro colato rispetto al disastro che si vede in campo ormai da troppe giornate. Inutile infierire, è un momentaccio. Serve un reset del ragazzo in tempi brevi perché non si vede nulla di diverso da un tilt imbarazzante. 

Della Valle 6,5:  grandissima prima parte di gara, nella quale però evidentemente consuma tutta la benzina, perché nei momenti importanti per portare a casa la posta in palio appare meno protagonista e decisamente meno lucido. Voto condizionato dalla sconfitta e dal fatto che dai primi della classe si pretenda sempre la performance migliore. 

Petrucelli 7: 31 minuti di lotta con il coltello tra i denti. Sfodera tutte le sue armi migliori, tiro dalla lunga, penetrazioni prepotenti, palle rubate magistrali, ed una resistenza strutturale degna di un Land Cruiser delle forze speciali. Unico rimprovero da poter muovere, il 2/3 dala lunetta in un match dove i liberi sbagliati sono state una delle chiavi di volta.

Odiase 5,5: anche in questa come in altre recenti prestazioni Tai appare e scompare, ma prevale la scomparsa. Parte con discreta verve e poi si spegne e troppo spesso i pari ruolo gli mangiano gli gnocchi in testa senza troppa riverenza. 2 rimbalzi, 4 punti, una stoppata subita (le finte sotto canestro, queste sconosciute) . Poco di tutto: troppo poco , verrebbe da dire…

Cobbins 5: hai un pivot che segna poco, ma almeno prende rimbalzi? Oggi né l’uno né l’altro. Qualche discreto contenimento, ma nessuna rilevanza nei rimbalzi difensivi, un buon canestro spalle a canestro e poi parecchi danni, tra ferro toccato che annulla importantissimo canestro di Petrucelli per l’aggancio a 83 punti, 3 secondi su altra bruciante penetrazione sul fondo di John, per non parlare dei disastrosi tiri liberi. Ho sempre faticato ad accettare che un giocatore professionista non abbia modo di risolvere la mancanza di un fondamentale così rilevante, e a giudicare dai commenti social, sono in buonissima compagnia. Isaac Jenkins pensaci tu, please! 

I tifosi bresciani a Cluj Napoca

Burns: 5 minuti non sono molti per poter dare un giudizio alla prestazione, ma quel che si vede in campo è un giocatore molto diverso dal miglior Cristian che si ricordi. Timoroso, offuscato in molte scelte e in costante litigio con ferro e tabellone. Urge accendere  quanto prima la funzione disappannamento , così come doveroso da parte di Cris offrire almeno un pirlo ad Adv per aver sprecato malamente il miglior assist di serata. 

Laquintana 5,5: l’assenza del primo violino Caupain sarebbe una ghiotta occasione per tornare in cattedra da protagonista, ma così ancora non è. Responsabile nelle scelte di tiro, ma gli dèi del basket non gli sono particolamente favorevoli, qualche pasticcio di troppo che costa palle perse rovinose e ancora parecchio olio da mettere negli ingranaggi per tornare a pungere con efficacia.

Cournooh 6,5: altra prestazione di sostanza con uno score personale degno di un americano e con un livello di affidabilità e personalità in campo in crescita esponenziale. 14 punti, 6 rimbalzi, 4 assist. Da soldato semplice a caporale maggiore in soli due mesi, David il giovane non teme avversario alcuno.

Moss 7: quando oltre all’esperienza difensiva il capitano partecipa anche in fase realizzativa le partite possono cambiare direzione. David il veterano da sempre tutto quel che può in campo ma la prestazione di stasera dovrebbe essere il suo target prestazionale:  dove  non si arriva con la velocità di gambe ci si mette il falletto chirurgico, ci si fa trovare pronti e massicci sotto le plance amiche, non si rinuncia ai tiri dalla media e dalla lunga. Ad impreziosire il bottino 1 palla rubata ed un assist, stranamente sbaglia l’unico tiro libero a disposizione, in linea con l’andazzo di squadra dalla linea della carità … quando si dice solidarietà tra compagni

Akele 6,5: valgono anche per Nicola le lodi tessute per Cournooh; stanno rispondendo con crescente affidabilità alle occasioni che vengono loro date. Non fanno scendere il livello di intensità quando sono chiamati a sostituire la first line di ruolo. Sfiora la doppia cifra con percentuali realizzative di tutto rispetto, sporcate solo da tiro libero fallito. Restate sintonizzati per il proseguo di stagione il ragazzo promette ulteriore crescita. 

CLUJ NAPOCA

Guzman 7,5

Lapuste sv

Sanders 5,5

Kuti

Roschnafsky

Gordic 7,5 

Stipanovic 7,5

Bircevic 7 

Kate 7,5

Meindl 7,5

Richard 7,5

condividi news

ultime news