LEGOVICH (TRIESTE): “TRA EPISODI E MERITI DI BRESCIA, MA COSI’ FA MALE”


Trieste. Prova a farsene una ragione Marco Legovich, l’allenatore di una Trieste beffata nel finale. Ma è dura. “Abbiamo perso di un punto contro una squadra che solo settimana scorsa aveva rifilato uno scarto importante a una squadra come Tortona. Purtroppo andare vicini alla vittoria non basta per avere i due punti in classifica”. 

Cosa ha fatto la differenza?

“Fa male perdere in questo modo dopo la miglior prestazione della stagione. Abbiamo fatto una settimana di ottimi allenamenti che ci ha fatto arrivare bene a questa gara. Gli errori esistono: sia quelli tecnici che quelli tattici e su questi lavoreremo. Certe partite vengono decise anche da episodi che girano storti oltre alla bravura dell’avversario che è giusto riconoscere. Come staff siamo sicuri comunque di essere sulla strada. E’ stata una battaglia di nervi, ha avuto la meglio Brescia. Auguro a Magro, che è mio compagno di avventure in Nazionale Under 20, il meglio. Certo a noi oggi fa male”. 

Come ha trovato Ruzzier e Lever?

“Michele ha dato quello che poteva. Monitoriamo la sua situazione day by day per fargli riprendere il ritmo partita, senza dimenticarci del problema di fascite del quale ha sofferto e che va gestito. Non possiamo pensare di portarlo da 0 a 100 in pochi giorni. Lever ha avuto un grande impatto tra primo e secondo quarto. Lo sfidiamo a migliorarsi giornalmente per adeguarsi mentalmente e fisicamente a questo campionato. Non abbiamo rischiato Campogrande, nonostante la sua disponibilità, che si era scavigliato di nuovo nei giorni scorsi. Non ce la siamo sentita di metterlo in campo in una gara che richiedeva il massimo sforzo fisico”. 

Che ne pensa del pubblico?

“Ringrazio i tifosi che sono accorsi numerosi. Noi abbiamo fatto un passo avanti, loro ci stanno dando qualcosa in più e li invito a rimanerci vicini. Sono sicuro che tutti insieme torneremo a sorridere qui all’Allianz Dome”. 

condividi news

ultime news