RAGGELATI

La Germani torna con l’amaro in bocca anche dalla freddissima Lituania: quarta sconfitta consecutiva in Eurocup. Pessimo primo quarto, Brescia va sotto anche di 14 nel secondo poi inizia la rimonta, ma nell’ultimo parziale è fatale un 14-2

Panevezys. Andare fino in Lituania, in una città tra l’altro a 250 chilometri dalla capitale Vilnius, e andare solo vicini alla vittoria è un po’ come andare a Roma e non vedere il Papa. 

Odiase impegnato in un tagliafuori

La Germani accarezza appena la possibilità di interrompere in casa del Lietkabelis la striscia di sconfitte consecutive in Eurocup (ora arrivata a 4 match), ma è costretta a piegarsi a un primo quarto nel quale l’approccio è quantomeno rivedibile: 26 punti subiti a fronte di 14 segnati. Una Germani in pantofole, che soffre in ogni angolo di campo, non solo nel pitturato dove le difficoltà erano state messe in preventivo vista la grande fisicità dei lituani. 

Della Valle alle prese con Morris

A fatica, dopo essere sprofondata anche a -14, la squadra di Magro rientra in partita già in chiusura di secondo quarto chiuso sotto di 7 (43-36) ovvero limitando i danni per quanto possibile. Il terzo quarto è quello dove Brescia cambia realmente faccia in difesa subendo solo 14 punti e mettendo pure il naso avanti (55-56 poi corretto nel 57-56 con cui si chiude il quarto). Nell’ultimo parziale, con un Massinburg ormai davvero leader, arriva anche il massimo vantaggio sul 57-61. Ma è proprio nel momento in cui bisognerebbe tenere duro che la Germani si sfalda, prende un parzialone di 14-2 e torna a casa ancora una volta senza punti. Un vero peccato perchè vincendo in Lituania, Moss e compagni sarebbero passati dal nono al quinto posto agguantando proprio il Lietkabellis e il duo Prometey-Ulm, le uniche due squadre battute in sette partite del cammino europeo. Che ora ha bisogno di essere alimentato da una vittoria mercoledì prossimo a Lubiana, contro una squadra che però si è sbloccata proprio in questo turno e non è affatto la squadra materasso che si poteva pensare. Da questo giovedì. Magro avrà molto probabilmente due nuovi innesti (il play Nikolic e l’ala Taylor) e sabato è già campionato con la durissima trasferta di Venezia.

Odiase lotta nel cercare di tenere il pallone

Anche perchè il cammino generale dice 7 vittorie (5 in Lba) in 16 partite. Un po’ pochino. Servirebbe un rinforzino, per dirla con il Conte Mascetti di “Amici miei” quando scopre che per cena ci sono solo due uova e delle castagne e bisogna sfamare oltre a se stesso, moglie, figlia piccola e il figlio del Perozzi “parcheggiato” dal padre.   

Una conclusione acrobatica di Peno sotto gli occhi di Laquintana e Moss

EUROCUP, SETTIMA GIORNATA GIRONE A

Bourg en Bresse-Prometey 92-85

Venezia-Bursaspor 78-65

Olimpia Lubiana-Ulm 108-78

Lietkabelis-GERMANI BRESCIA 79-70 

Cluj Napoca-Joventut Badalona 98-82

CLASSIFICA (PUNTI E DIFFERENZA CANESTRI)

Bourg en Bresse 12 (+20)

Venezia 10 (+42)

Joventut Badalona 8 (+28)

Bursaspor 8 (+18)

Lietkabelis 8 (-3)

Cluj Napoca 6 (+11)

Prometey 6 (-18)

Ulm 6 (-42)

GERMANI BRESCIA 4 (-19)

Olimpia Lubiana 2 (-37)