BUCCHI: “CI E’ MANCATO IL GIUSTO CINISMO”

Il coach del Banco di Sardegna Sassari: “Dobbiamo migliorare nel giocare sotto pressione”

Sassari. Mastica molto amaro il coach sassarese Piero Bucchi dopo la sconfitta al supplementare: “Avevamo indirizzato la gara nella giusta maniera, ma nell’ultimo tempo ci siamo un po’ persi e questo mi scoccia perché la squadra aveva trovato il ritmo giusto. Ci è mancato il cinismo per vincere questa gara, al di là dei complimenti che è giusto fare a Brescia”

Cosa è mancato in concreto?

“Ci voleva un po’ di freddezza e capacità di giocare sotto pressione. Ci sono diverse cose che si possono fare in certi momenti, impercettibili a volte, ma che portano ad avere quel cinismo che serve per vincere”

Brescia è tornata in partita nonostante ci fossero in campo i migliori per Sassari…

“Alla fine sono tornato col quintetto che aveva fatto il break quando è rientrato Robinson perché avevamo bisogno di giocare un po’ più ordinati poi ho scelto di andare con lo stesso quintetto”

Rimane qualcosa di buono da questa partita?

“In questo momento è più l’amaro da digerire. Ci sono anche delle cose positive, ma alla fine dovevamo essere più cinici”.