PAGELLE E GIUDIZI: DELLA VALLE DEVASTANTE, NIKOLIC SANGUE FREDDO, COBBINS E BURNS ALLA MIGLIOR PROVA STAGIONALE

Gabriel dalle frecce avvelenate, Massinburg risalga a bordo, Odiase lotta pur senza acuti, Taylor timido, Cournooh quantità e qualità, Moss al top, Akele di sostanza

Gabriel 7,5: prestazione completa, frecce avvelenate che hanno colpito il centro 4 volte su 7 regalando a Kenny la meritata doppia cifra. Prestazione attenta in difesa, 3 rimbalzi catturati, 1 stoppata 1 palla rubata e score impreziosito da ben 4 assist.

Massinburg 5  :non usiamo la mano pesante perché una delle chiavi della vittoria contro i primi della classe è stata la difesa alla morte e sotto questo aspetto Cj ha messo sufficiente intensità nei quasi 11 minuti in campo. A dir poco imballato in attacco dove semplicemente non gliene vien buona mezza. Si fa fatica ad essere cattivi con un ragazzo con quegli occhi da cerbiatto che sembra sempre metterci un gran cuore, ma per fare le grandi cose che è lecito aspettarsi da questa squadra serve assolutamente che risalga a bordo in fretta. 

Nikolic 7,5: mister sangue freddo ha guidato con notevole  autorevolezza la macchina biancoblu ed ha mostrato gran carattere prendendosi responsabilità al tiro sia ad inizio della sfida sia nella seconda parte dove è arrivato a segnare 8 punti consecutivi (dei complessivi 13 finali) e distribuendo ben 5 assist.

Della Valle 8,5 : semplicemente devastante, 30 minuti di qualità offensiva inebriante nei quali sfiora il 70 % complessivo al tiro ( 100% con 10/10 dalla linea della carità, ma ormai non fa più notizia), sfodera 5 assist, subisce 7 falli e, quando mancano 50” dalla fine ed hai tutta la possibilità di perdere qualche secondo dei 24 a disposizione, decide invece che sia suo compito chiudere i giochi e mettere il sigillo sullo sgambetto alla capoclasse. Piedini per terra dai 6,25, braccio lesto, polso che si spezza, indice alto in direzione del cerchio rosso e…. ciuff è solo retina. 

Odiase 6 partita senza acuti , 14 minuti di lotta intensa ma stazza degli avversari che non gli ha consentito di  svolazzare agile sopra il ferro come ci ha abituato a fare. Serviva più esperienza e cattiveria agonistica e i colleghi di reparto Cobbins, Moss e Burns stasera ne hanno dato una lezione magistrale. 

Taylor 5 :  continua a fare una gran fatica a mettere il timido visino fuori dal guscio;  mette a disposizione della squadre tante energie difensive (degna di nota una stoppata colossale sul finire di secondo quarto), ma prova a tirare solo due volte, senza successo. Vedi alla voce Massinburg, lato punti segnati: va bene star leggeri dopo le feste ma il digiuno prolungato pare davvero  troppo.

Cobbins 7,5 la miglior prestazione di questa stagione di Big Mike, che fa a sportellate con lunghi e lunghissimi spagnoli che Fast e Furious a paragone pare una passeggiatina col deambulatore. Mike fa il sabotatore chirurgico riuscendo in molte occasioni a limitare Tomic e riuscendo a portare a casa 6 preziosissimi rimbalzi (migliore in campo in questa statistica), proprio quando il match si è fatto punto a punto ed aggiungendo a ciò due assist portentosi per facili conclusioni da sotto.

Burns 7 anche per Christian la miglior prestazione vista quest’anno: 11 minuti dal valore aggiunto davvero notevole con sporcature, palle recuperate e ben 5 rimbalzi messi in saccoccia. Esperienza e dedizione al servizio del gruppo.

Laquintana sv

Cournooh 7,5 quantità e qualità in costante crescita per quello che fino ad ora rappresenta senza paura di smentita l’investimento a maggior resa del portafoglio titoli di coach Magro. Chiude la prestazione con 16 punti, 3 rimbalzi, 3 assist e ben 6 falli subiti.

Moss 7 Se Cobbins fa a sportellate e ne esce vincente, David il saggio usa tutti i chilogrammi di muscoli a disposizione, tira fuori l’esperienza delle centinaia di partite giocate da protagonista, ci  aggiunge qualche piccolo colpo proibito ai lungagnoni che perdono in un paio di occasioni l’equilibrio al suo passaggio ravvicinato e condisce il tutto con due canestri dalla media distanza, con marchio di fabbrica made in Chicago. Il risultato, anche per il capitano, è la miglior partita dell’anno (fino ad ora si intenda). 

Akele 6,5 partita di buona sostanza anche per la giovane ala, che si fa trovare pronto con buonissimi tagli sotto canestro nella prima parte di gara (6 punti a refererto) e poi offensivamente si spegne un po’ nel resto dell’utilizzo  (complessivamente il quarto d’ora accademico tanto caro al coach), non mette a segno nessuno dei 3 tiri tentati dalla media e lunga distanza sebbene in ottima posizione. Si butta però su ogni palla vagante è attento in difesa e prova a lottare a rimbalzo anche se con alterne fortune (nessun rimbalzo nel suo score).

Juventut Badalona

Kraag sv Busquets 6 Ribas 6 Guy 5,5 Ellensons 5 Ventura5,5  Vives 6 Feliz 6 Birgander 6 Parra 7,5  Maronka sv Tomic 7,5

condividi news

ultime news