MAGRO: “NON E’ UNA STAGIONE NEGATIVA, RESTA STORICA, CON IL TEMPO CI SI RENDERA’ CONTO MEGLIO DI QUANTO ABBIAMO FATTO”

L’allenatore della Germani: “Ci meritavamo i play off. I tanti infortuni non sono una giustificazione, ma un’analisi. In quest’ultima partita non siamo riusciti a contenere le folate di Logan, che ha fatto un campionato pazzesco. Mi auguro ci siano le basi per continuare a costruire qualcosa di importante con questo club”

Scafati. Coach Alessandro Magro, nella conferenza post gara in cui la Germani si è vista sfuggire i play off perdendo con una Scafati che invece si garantisce la massima serie anche per la prossima stagione, analizza la partita e la stagione difendendo il suo lavoro e quello dei suoi ragazzi:

“Faccio i complimenti a Scafati per la salvezza acquisita sul campo, è stata in grado di tenere quando la partita sembrava aver girato completamente nella nostra direzione, il pubblico è stato sicuramente il sesto uomo in campo, molto caldo e corretto. Da parte nostra abbiamo fatto una partita difensiva come al solito solo per 12-13 minuti, non siamo riusciti a contenere le folate di Logan che ha fatto una stagione incredibile e la coppia di lunghi Thompson e Pinkins sono stati un rebus difficile da risolvere. Avevamo preso un buon vantaggio nel terzo quarto poi abbiamo iniziato a sbagliare e loro hanno recuperato. Eravamo partiti in questa stagione con un roster importante, con strumenti importanti, non è stata una stagione negativa anche se non abbiamo raggiunto i playoff, sono orgoglioso di questi ragazzi, credo che ci siamo meritati di arrivare a lottare nell’ultima partita, fino all’ultimo pallone. In questo momento fa male, è un boccone amaro da buttare giù, con il tempo ci si renderà conto di quello che siamo stati in grado di fare in questa stagione, 52 partite ufficiali, una buona Eurocup, una Coppa Italia vinta e non siamo andati ai playoff per differenza punti. Ringrazio il mio gruppo di lavoro ed i giocatori che mia hanno regalato un’altra stagione incredibile, una stagione storica per questo club e mi auguro che ci siano le basi per continuare a costruire”.

Tornassi al 30′ di questa partita, cosa diresti ai tuoi per affrontare il quarto quarto?

“Abbiamo continuato a fare le cose che ci hanno fatto andare a più 17, non entro nel merito delle chiamate arbitrale, ci sono state tante situazioni che hanno fatto prendere fiducia a Scafati e rientrare in partita. Poi oggettivamente c’è stato Logan che ha fatto una partita sontuosa. Fa male, ma bisogna accettare, mi sarei augurato che nonostante la sconfitta Scafati si potesse salvare e noi andare ai playoff perchè credo che la squadra se li meritava e li voleva, ma se la classifica dice questo il campo ha sempre ragione”.

La stagione di Brescia è positiva, ma cosa è mancato per non riuscire ad entrare nelle prime otto?

“Abbiamo avuto fuori 4 mesi Coupian 2 mesi Petrucelli, 2 mesi Cobbins, 1 mese e mezzo Nikolic, abbiamo dovuto cambiare un po’ di cose e ricostruirci ed è stato il momento dove abbiamo collezionato più sconfitte consecutive. Non è una giustificazione è un’analisi”.