PAGELLE E GIUDIZI: GABRIEL ARCO TESO , BURNELL DELUDE, BILAN IN ALTALENA, CHRISTON IN RODAGGIO

Cobbins s’incarta. Per Della Valle 21 punti senza strafare, ma sbaglia una tripla pesante. Cournooh si scaviglia sul più bello. Tanfoglio con buon piglio. Akele a due facce. Porto ordinato.

Christon 6 ancora in rodaggionon fa scintille e fatica soprattutto in difesa, prende una nutrita serie di tiri in faccia da Mc Collough. Gambe pesantine, ma mantiene aplomb serioso e regala assist deliziosi spesso con passaggi schiacciati da vangelo cestistico mostrando una visione di gioco tutto sommato saggia e generosa. Pochi i gIorni di effettivo allenamento, non si può pretendere granchè data la pochissima benzina nel serbatoio. 

Gabriel 7 arco ben teso e frecce appuntite: Legolas is in town. Protagonista dei continui ma infruttuosi riavvicinamenti mette a segno ben 5 triple, recupera palle, lancia il contropiede ed in più occasionI lancia letteralmente pure sé stesso . Prova più volte a suonare la tromba della riscossa, ma purtroppo questa non si compie. Il piglio di Kenny è comunque quello giusto.

Bilan 6 tantissima qualità sotto le plance, che gli vale anche in questa prima uscita ufficiale la doppia cifra. Nel complesso meglio i primi due quarti che la seconda parte di gara dove brilla un po’ meno. Il 70 % ai liberi per un lungo non è una percentuale disingrata, ma limitare quel 30% di manina stregata dalla linea della carità, fuori dal mood agostano, sarà un fattore perché una cosa è certa: per fermare il croato in area le difese avversarie dovranno spendere una notevolissima quantità di falli ed i tiri liberi saranno alleato prezioso per il tabellino di Miro e con tutta probabilità per le sorti di molti match.

Burnell 5,5 dà l’impressione di carburare con calma , ma alla fine non carbura proprio e non riesce a mettere i muscoli potenti al giusto servizio. Le potenzialità restano di livello elevatissimo, ma date le forze sulla carta, uno degli assenti illustri di stasera è proprio lui. 

Tanfoglio 6.5 il “veterano delle nuove proposte” sta in campo con buona personalità, aiuta a portare palla con intelligenza , difende aggressivo. Patisce però inesorabilmente la differenza di stazza e il livello resta lontano  rispetto a queloi che è in grado di esprimere quando gioca con i coetenei. A Manila , badate, c’è un tale Spissu ad onorare la maglia azzurra il che significa che il talento ben gestito regala compensazioni inedite …

Della Valle 6,5 senza strafare mette a referto 21 punti,  raggiunge l’ideale grado di ebollizione a 6 minuti dalla fine,  ma fallisce la tripla dell’aggancio a trenta secondi dal termine la cui realizzazione darebbe un valore aggiunto notevole ad una prestazione comunque di buon livello.

Sertic sv

Tonelli sv

Malagnini sv

Cobbins 5.5 performance non irresistibile soprattutto in area offensiva dove pasticcia, si incarta e spreca una miriade di occasioni ; discreto contributo in difesa, voce rimbalzi decisamente deficitaria (solo 2). Rimandato a settembre… 

Cournooh 6,5 Quando inizia a giocare da protagonista purtroppo si scaviglia Non pare nulla di serio, ed esce sulle proprie gambe , ma resta un  peccato che l’infortunio sia accaduto sul più bello…

Akele 6 prima parte di gara dinamico, attento , con buona percentuale al tiro; pare la versione di Aki da decollo che tutti i tifosi attendono. Terzo quarto offensivo invece piuttosto impreciso; più attento e molto partecipe in difesa. Prestazione con chiaroscuri, ma prevale il positivo.

Porto 6 se coach Magro lo schiera in quintetto vuol probabilmente dire che il ragazzo ha caratteristiche interessanti. Ordinato, difende giudizioso su Pecchia,  un solo tiro tentato che non trova il fondo della retina. Nella seconda parte di gara il tentativo di non regalare ai cremonesi il primo trofeo stagionale lo fa stare in panchina in favore dei big che falliscono comunque il colpo…

VANOLI CREMONA

Eboua 5,5

Bone 7

Adrian 6,5

Valente sv

Pecchia 5,5

Vecchiola sv

Galli sv

Lacey 6

Piccoli 7

McCullough 7,5

Gary Golden 6,5

Zanotti 6