ECCO COME TREVISO PUO’ FAR MALE ALLA GERMANI

Analisi tecnico-tattica della prossima avversaria di Brescia: pick and roll, tiri da tre, post basso e panchina

Brescia. Il primo impegno in trasferta della Germani sarà sabato contro la Nutribullet Treviso, in una partita in cui Brescia potrà contare sul favore del pronostico ma che dovrà comunque disputare con grande attenzione. Ecco in che modo Treviso può far male alla Leonessa e prendersi i primi due punti stagionali. 

Pericolosità dal pick and roll: così Treviso può far male alla Germani. La squadra costruita dal duo Giofrè-Vitucci ricalca per certi versi l’Happy Casa Brindisi dello scorso anno, da cui non a caso sono stati ingaggiati due giocatori fondamentali come KyBowman e Deangelo Harrison. Questa Nutribullet vuole giocare ad un ritmo sostenuto e per tanti minuti con due creatori importanti dal palleggio: è il caso dei già citati Bowman e Harrison e del nuovo innesto Deishaun Booker. Con la loro produzione offensiva, a cui si è aggiunta la precisione del centro Pauly Paulicap, Treviso è andata vicino a fare il colpaccio al Forum d’Assago, nonostante un 7/29 al tiro da 3 punti che nella maggior parte dei casi precluderebbe la possibilità di giocarsi la vittoria contro i campioni d’Italia. Eppure, l’Olimpia Milano ha avuto la meglio solo negli ultimi secondi.

Harrison, Bowman e Booker hanno creato enormi problemi agli avversari, attaccando con il pick and roll la difesa di Milano,servendo il rollante (soprattutto Paulicap), prendendosi dei tiri dal palleggio o creandone di comodi per i tiratori sul perimetro. Le percentuali non hanno aiutato, nonostante diversi tiri sbagliati fossero conclusioni relativamente aperte in situazioni di spot up, e forse questo potrebbe preoccupare ancora di più Brescia. Contro la Germani, Treviso insisterà ancora molto sul pick and roll cercando di punire i drop di Bilan e, conseguentemente, per Brescia sarà fondamentale il lavoro difensivo degli esterni nel passare sui blocchi ed evitare di innescare aiuti e rotazioni che possono essere puniti dai tiratori sul perimetro. Quello di sabato potrebbe essere un buon test per capire a che punto è il lavoro difensivo della Germani. 

Post-basso e panchina. Quest’assetto abbastanza leggero di Treviso può sicuramente esporre la Nutribullet alle giocate in post-basso di Bilan e all’energia dalla panchina di Jason Burnell, specialmente se dovesse essere impegnato anche da “3” in quintetti più strutturati (finendo accoppiato con il giovane Faggiano Mezzanotte). E proprio la panchina può essere un fattore importante per Brescia: abbiamo già scritto di come la Germani possa contare su una rotazione nettamente più di qualità rispetto a tutte le altre squadre che non disputano una coppa europea (e non solo queste). 

Treviso non fa eccezione e nella maggior varietà di soluzioni dallasua second unit Brescia potrebbe trovare un vantaggio importante: sia in attacco con il contributo di Massinburg e Cournooh, che in difesa con la velocità di piedi di Mike Cobbins che potrà mettere più aggressività sui giochi a due di Ky Bowman. Anche così la Germani proverà a tornare a vincere al PalaVerde, tappa che si è rivelata particolarmente importante nelle ultime due stagioni: nel 2021-22 fu la prima vittoria in trasferta nella striscia di 14 successi consecutivi, mentre l’anno scorso ci fu un pesante stop prima della pausa nazionali.