PAGELLE E GIUDIZI: (MIRA)BILAN(DIA), BURNELL UOMO CHIAVE, MASSINBURG SEMPRE PIU’ CONVINCENTE, PETRUCELLI SOLIDO

Gabriel con la scimmietta sulla spalla, Cobbins manda in confusione chi prova a sfidarlo, Della Valle tremebondo al tiro si rifà con gli assist, Christon a luci ed ombre, Cournooh fuori dimensione, Akele 7’ perfetti

Christon 6  prestazione complessivamente positiva, ma un tantino farraginosa che lo porta a conclusioni al tiro forzate e senza esito, illumina però qua e là con assist fulminanti che se non fosse stato per riflessi non sempre prontissimi del ricevente potevano superare ampiamente i 6 passaggi smarcanti registrati sullo score. Segna poco, ma lo fa nei momenti cruciali. Undicesimo comandamento: accontentarsi.

Burnell 7.5  uomo chiave in attacco soprattutto nell’ultimo quarto quando si fa sempre trovare pronto sotto canestro beffando le attenzioni della difesa  più concentrate sul perimetro invece che nello spicchio destro dell’area dove Jason fa festa grande, morde al collo e chiude a chiave la vittoria in cassaforte. Energico e ben presidiante anche in difesa. Sesto uomo a chi?

Gabriel 5.5 la vetta della classifica e la terza vittoria consecutiva contro una signora squadra come Napoli non devono far certo aprire casi, ma per Kenny la scimmietta sulle spalle ha messo una tendina che si spera venga presto spazzata via con un colpo deciso. Coach Magro nella presentazione della gara aveva dichiarato qualche fastidio fisico che stenta  a passare. Fin che si può guardare tutti (o quasi ) dall’alto del primo posto in classifica c’è tempo per attenderlo a bordo, anche se non se ne vede l’ora perché Kenny è anima e core di questa ciurma.

Massinburg 7 convincente anche in questa, importantissima gara. Percentuali al tiro non strepitose, per altro nel mood di serata dell’intera squadra, ma che gli consentono di chiudere la gara in doppia cifra. Meglio la prima parte di gara, rispetto alla seconda, ma segna in momenti determinanti per prendere quel poco di vantaggio che incanala verso la vittoria. Preziosissimo. 

Cobbins 6,5 qualche errore sotto le plance che poteva costar caro, ma un paio di schiacciate scaccia fantasmi e tantissimo lavoro difensivo che fa andare molte volte in confusione chi si avventura in penetrazione dalle sue parti, grandi o piccoli che siano. 

Della Valle 6 acciuffa la sufficienza come il codino all’ultimo giro di giostra grazie alla importantissima vittoria, ai 6 assist ed al solito 100% ai liberi. Certo non ci si può accontentare di un tabellino non in doppia cifra e soprattutto di un tremebondo 25% complessivo assolutamente fuori dalle corde del capitano. Ma se interrogato in merito, Adv risponderebbe certamente che l’importante è il risultato della squadra; concordiamo, ma se ne faccia una ragione: apprezziamo con più gusto le sue triple dal parcheggio…

Petrucelli 7 prestazione solida ed efficace sin dai primi secondi in campo nei quali pronti via scippa la prima palla a metà campo segna da tre non appena ha l’occasione di tirare e si getta nella mischia ovunque ce ne sia occasione; eppure  chi è abituato all’esplosività dell’italoamericano vede ancora qualche scoria di timidezza in alcune conclusioni. Porta a favore della causa 12 punti, 2 palle recuperate, 6 rimbalzi ed 1 assist a conferma di un ritorno che resta convincente.

Bilan 7.5 cerco un centro di gravità permanente e niente… l’ho trovato, è croato ed è alto 213 cm. Doppia doppia con 14 rimbalzi, 4 assist (che potevano essere almeno 6 dati due errori sanguinosissimi di Cournooh e Gabriel) e una presenza in area che fa uscire gli avversari con almeno una decina di cappelli bianchi in più ad ogni fine gara. Da queste parti non si va più a Gardaland, si va a MiraBilandia.

Cournooh 5,5 fatica ad entrare nella partita soprattutto in fase offensiva dove cerca più volte, nei quasi 10 minuti in campo, di trovare conclusioni personali che anche a distanza molto ravvicinata e con avversario battuto si spengono su ferro o sul tabellone. Non perde palloni e serve 2 buoni assist, ma un po’ lontano dalle ottime prestazioni della scorsa stagione. Dimensione ancora da trovare.

Akele 6,5 I soli 7 minuti in campo renderebbero forse esagerato un voto più generoso, ma ancora una volta Nicola è stato pressochè perfetto in quello che ha fatto quando chiamato all’appello. Difese e contenimenti perfetti, 3 rimbalzi, 1 palla recuperata allo scadere di secondo quarto  con schiaccione a seguire per il quarto punto che fa presagire un partitone.. Poi però non lo si vede quasi più in campo, peccato.

Porto ne

Tanfoglio ne

GEVI NAPOLI

Pullen 6.5

Zubcic 5.5

Ennis 6.5

Jaworosky 6

De Nicolao 5.5

Owens 5.5

Sokolwski 6

Lever 6.5

Bamba sv

Mabor Sv

Ebeling sv

(Dall’alto: i giocatori della Germani prima del match, Mauro Ferrari e Igor Milicic) foto di Vittoria Russo e Gianluca Scalvini