PAGELLE E GIUDIZI: CHRISTON LOCOMOTIVA FONDAMENTALE, GABRIEL LEGOLAS SENZA PAURA, BILAN MONUMENTALE ANCORA IN DOPPIA DOPPIA, DELLA VALLE SI ACCENDE QUANDO SERVE, PETRUCELLI MASSIVO

Burnell energia scoppiettante, Massinburg si spende in difesa, Cournooh ottimo back-up di Christon, Akele working class hero

Christon  8 una locomotiva che ha viaggiato con costanza impeccabile in pianura, in salita ed in discesa per tutti i 28 minuti di permanenza in campo. Mvp di serata con 19 punti, ben 7 assist ed una sola palla persa. Guida fondamentale.

Gabriel 7,5 è lui ad aprire le danze con un tiro allo scadere dei primi 24 secondi e il suo buon giorno si vede dal mattino. Difende con grinta e generosità, un pò ingenuo sul terzo e quarto fallo consecutivi che lo tengono forzatamente fuori dal match per quasi tutto il terzo quarto, ma come spesso è accaduto in passato quando la palla diventa pesante come un macigno il nostro Legolas di Charlotte non teme di trasformare il pietrone in freccia velenosa ed appuntita che centra il bersaglio e spezza le gambe agli avversari. Non fa certo indigestione di rimbalzi (solo 1), ma chiude in doppia cifra ed i suoi 12 punti fanno la differenza insieme a quelli di Adv e Petrucelli, negli ultimi 5′ fondamentali minuti di gara. Paura di nulla.

Bilan  7,5 l’assenza del suo back up Cobbins richiede a Miro un extra sforzo fisico che a tratti gli toglie un tantino di verve sotto canestro sia in fase realizzativa che a rimbalzo, ma sono piccoli particolari visto che chiude la sua gara con l’ennesima doppia doppia (13 punti e 10 rimbalzi) impreziosita da 2 stoppate date, 2 palle recuperate e 2 assist. Monumentale.

Burnell 7 energia scoppiettante a servizio della causa. Quando nei primi minuti idi gara i “soliti “realizzatori si fanno attendere, Jason si mette in proprio e nel primo quarto segna quasi tutto il suo bottino personale realizzando di prepotenza dal centro dell’area o di scaltrezza facendosi trovare libero sotto canestro. Sfiora con 8 punti la doppia cifra: nella seconda parte di gara dà meno contributo in fase realizzativa, ma non si tira mai indietro nel gioco fisico e negli aiuti difensivi facendo molto, utilissimo, lavoro sporco. Arcigno.

Massinburg 6,5 prestazione discreta. ma più timida rispetto alle ultime viste, si spende parecchio in difesa tanto che grazie alle sue attenzioni il professor Logan non riesce ad impensierire granchè le casacche biancoblù. Più sofferenza quando in parecchie occasioni finisce a marcare Gentile spalle a canestro che è bravo a sfruttare ogni volta la differenza di tonnellaggio. Da top ten di giornata è la realizzazione acrobatica del primo canestro al volo, in decollo verticale .

Della Valle 7  con le statistiche dei primi tre quarti rischiava  di far segnare la peggior prestazione dell’anno: il tabellino alla pausa lunga parlava di uno zero siderale in tutte le statistiche, la più incredibile delle quali ai tiri tentati ( tranne gli assist, dove spiccava un 3 che lasciava qualche speranza). Ma i fuoriclasse sanno accendersi quando conta davvero ed è nell’ultimo quarto che Adv non delude speranze ed aspettative dei biancoblu e piazza tripla, penetrazioni, arresti dalla media firmando insieme a Petrucelli e Gabriel i canestri che valgono la chiusura del match.

Petrucelli 7,5 Nostro Signore della difesa non si accontenta di fare anche stasera lo specialista con difese monumentali, palle recuperate e sporcate, sabotaggi continui e persistenti, ma decide di ricordare ai sostenitori che è ben capace anche di realizzare da tutti i punti del campo e mette dentro pure la tripla del decisivo ko dei campani nel finale dopo aver messo in saccoccia altri 10 punti ben distribuiti nel corso della gara per un bottino personale di 13 punti finali con 5 rimbalzi, 1 palla recuperata ed un assist a coronare una prestazione a tutto tondo che si aspettava ormai da qualche giornata. Massivo.

Cournooh 6,5 gestisce con calma e maturità da back up di un play titolare in  in forma smaliante, una partita tiratissima e di quoziente di difficoltà elevatissimo. Due punti in penetrazione da manuale, 2 rimbalzi, 2 assist in 12 minuti di maturità e freddezza, che consentono ad un Christon ispiratissimo di rifiatare senza patemi. 

Akele 7 altra prestazione di grandissima qualità dell’ala trevigiana che coniuga con sempre maggior frequenza affidabilità e buona verve realizzativa (7 punti a referto). In difesa fa quanto di più simile al Cobbins si sia visto. Piedi veloci, aiuti ai compagni, una stoppata netta in aiuto su Gentile, presenza preziosa in tanti piccoli, ma  fondamentali particolari che non compaiono sulle statistiche, ma che consentono di mettere insieme mattoncini fondamentali per portare a casa poste rilevanti. Working class hero.

Porto sv

Pollini sv

SCAFATI

Gentile 7.5, Pinkins 7, Robinson 6.5, Nunge 7, Streilnieks 7, Sangiovanni sv, Mouaha sv, Rossato 7, Logan 6.5, Rivers 6.5, Pini 6