AZZURRO PETRUCELLI: “LO SPECIALISTA” DIFENSIVO

Szonbathely. L’Italia di coach Pozzecco vince e John Petrucelli convince riconfermandosi “lo specialista” difensivo. L’ala della Germani, in campo con gli azzurri anche nella prima gara di Pesaro vinta 87-80 questo giovedì, con uno spazio anche maggiore in campo con 21′ di impiego (18′ contro la Turchia) , è stato protagonista di una prova solida contrassegnata da un lavoro difensivo immenso che lo ha visto sporcare diversi palloni e marcare per la maggior parte del match il più pericoloso giocatore offensivo ungherese Hanga (autore alla fine di 10 punti). I suoi numeri, alla fine di una gara in cui l’utilizzo è prevalso fino al terzo quarto prima che si creasse il divario maggiore poi gestito fino alla fine dagli azzurri, dicono 9 punti 4 rimbalzi e 2 assist … con, appunto, tante palle sporcate.

Bene anche in attacco, il numero 77 azzurro (#11 della Germani) finisce con 9 punti al suo attivo prendendosi anche delle buone iniziative in penetrazione (con lui il break dello 0-7 ad inizio terzo quarto quando in lunetta metteva 2/2 e anche il break con la tripla del +10 presa dall’angolo preferito al 26′) Con l’Ungheria nella seconda gara della finestra per le qualificazioni agli Europei 2025 gli azzurri prendono il largo con un terzo quarto fulminante (parziale di 9-28) che li porta ad un divario anche di 32 punti , mantenuto sui +20 fino alla fine quando il tabellone ha segnato il 62-83 finale.