PAGELLE E GIUDIZI: SUA ALTEZZA AMEDEO, CHRISTON CON CALMA E SANGUE FREDDO, BILAN DI ESPERIENZA SU NUNGE, PETRUCELLI IN DIFESA COME IN ATTACCO

Gabriel ancora condizionato dai falli e spadella da tre, Massinburg di sostanza, Burnell dà sportellate a destra e manca, Cournooh ha un ottimo impatto, Akele soffre eppur resiste

Christon 7 parte con il freno a mano un po’ tirato, ma nello sviluppo della gara è un crescendo di cose semplici e ben eseguite, tiri dalla media, passaggi pazienti, penetrazioni taglienti come lame , che tirate fuori nei momenti delicati come colpi da maestro lasciati in serbo per il rush finale contribuiscono a tagliare le gambe dei salernitani e a chiudere il match a pochi minuti dalla fine senza correre il rischio di arrivare ad un finale punto a punto decisamente pericoloso. Quando servono calma e sangue freddo Christon c’è.

Gabriel 6 ancora una prestazione poco esaltante e condizionata da molti falli in poco tempo; quando l’attacco stenta a decollare ci si aspetta le triple di “rottura “ che spesso nella passata stagione hanno fatto suonare la carica, ma ne centra solo una su ben 5 tentate. Poco male, ci pensa il capitano ad alzare le percentuali. Per stasera bene così , chissà che il vero potenziale non venga fuori in zona play off, perché a Brescia sappiamo bene quale sia il talento latente di questo ragazzone.

Bilan 7 soffre soprattutto all’inizio del match la freschezza atletica e la buona verve difensiva del giovane Nunge, ma alla lunga l’esperienza vien fuori e nei momenti più importanti beffa sul fondo, segna con salvifiche correzioni al volo errori al tiro dei compagni, e colleziona l’ennesima doppia doppia di stagione con 12 punti e 10 rimbalzi ( miglior rimbalzista di serata) .

Burnell 6,5 in campo per 23 minuti di sportellate a destra e manca con le solita grinta e determinazione difensive contro avversari fisici ed altrettanto aggressivi; buone le percentuali da 2, ancora da tarare il mirino dalla lunga distanza dove non si tira indietro quando chiamato a prendersi le responsabilità dall’arco, ma senza mettere a segno nessuno dei 4 tentativi.

Massinburg 6.5 un match decisamente poco esaltante in fase offensiva con poche iniziative e qualche pasticcio di troppo in palleggio, ma buona dedizione difensiva e prezioso il contributo a rimbalzo difensivo dove più che in altre occasioni la squadra ha faticato e ove le doti atletiche di Cj hanno consentito di volare a recuperare almeno un paio di rimbalzoni sopra il ferro per propiziare altrettante ripartenze fulminanti. Più della forma potè la sostanza.

Tanfoglio sv

Della Valle 8.5 signore e signori sua altezza Amedeo è tornato sul trono e la scimmietta sulla spalla è stata scaraventata a metri e metri di distanza. Avvio da 8 punti filati a metter subito in chiaro che testa e fisico eran ben presenti ed attivi; poi un quarto abbondante di nuova presa di misure con (fin troppa) generosità a servire le linee esterne dopo penetrazioni che avrebbero invitato più al tiro che al passaggio. Ma ecco che nel momento più delicato del match a metà terzo quarto si carica letteralmente l’attacco sulle spalle, ricuce praticamente da solo il gap di 8 punti e segna il primo vero distacco con triple a profusione. Tutto da rifare nell’ultimo spicchio di gara quando si riparte dal 66 pari. A metà quarto si viaggia ancora punto a punto ed il capitano decide dunque di accendere la miccia e far esplodere il Palaleonessa a suon di bombe e assist e di chiudere game, set e match. La fase offensiva, si sa , è la specialità del capitano ma ottime cose si son viste anche in difesa ed a rimbalzo. Capitani coraggiosi.

Petrucelli 8 il ministro della difesa sale in cattedra anche con Scafati, vita dura , durissima per chi riceve le sue cure chiedere info in tal senso a Robinson che nella prima parte di gara segna 9 punti quasi in scioltezza e nella seconda, con John alle calcagna ne mette a segno solo 1. John non si accontenta di fare il suo con scivolamenti, palle sporcate e francobollature asfissianti , ma prosegue anche col bel vizio di gonfiare la retina sfiorando il ventello per la seconda volta consecutiva.

Cournooh 6.5 ottimo impatto sulla gara con 5 punti pesanti nei primissimi secondi in campo. Penalizzato dal metro arbitrale estremamente severo si spende comunque in buoni contenimenti e fa rifiatare Christon senza far calare intensità . Gioca anche qualche minuto da guardia e arrotonda il bottino sfiorando la doppia cifra con 8 punti arricchiti da due assist e due rimbalzi.

Akele 6 negli 8 minuti in campo occupa discretamente l’area in difesa, ma appare un po’ sfortunato nei rimpalli e nelle palle vaganti in cui non riesce mai a guadagnare un recupero. Qualche minuto da 5 data l’assenza di Cobbins e la giornata non felicissima di Kenny. Fatica, ma resiste.

Porto sv

Pollini sv

(Foto Vittoria Russo)

SCAFATI

Gentile sv Pinkins7 Robinson 6.5 Blakes 6.5 Nunge 7 Sangiovanni sv Cavaliere sv Mouaha sv Rossato 6,5 Rivers 6 Gamble 5 Pini 5,5