GERMANI TOGLITI LA PRESSIONE E RIPRENDITI I GIUSTI STIMOLI

Brescia. Due pietre miliari (Italia Basket Hall of Fame per entrambi) come Bogdan Tanjevic ieri e Valerio Bianchini oggi, si sono espressi su La Gazzetta dello Sport a proposito dei play off. Per il coach slavo, leggenda del basket europeo:  “Virtus senza punti deboli, Milano la più forte, Brescia non può competere, coach Magro è bravissimo ma la squadra non è così forte rispetto a quanto ha fatto vedere in campo “; per il vate Bianchini : “Virtus prosegue il lavoro di Scariolo mantenendo un impianto di gioco e un livello alto anche nei momenti negativi, Milano con una difesa sempre di alto livello, senza l’Eurolega è in crescita. Pensavo si sarebbe tornati ai tempi di Ignis e Simmenthal e invece … ecco la freschezza di Brescia che gioca una pallacanestro piacevole da vedere anche se il rendimento è in calo”

La sfida è servita; la Germani dovrà cercare di smentire anche due guru della pallacanestro che di vittorie, titoli e campionati ne hanno nel loro palmarès, e che, vogliamo sperare, non abbiano nemmeno minimamente pensato di una loro squadra che non potesse competere! Brescia, è vero, quest’anno ha fatto il miracolo mantenendo, meritatamente, il primato per tante settimane consecutive giocando quasi sempre una buonissima pallacanestro, ma in casa dei bresciani la parola “sogno” non è così inappetibile e sarà una base da cui partire per dimostrare il proprio valore nella post season, nonostante le ridotte chances che i grandi sembrano attribuirle. Intanto c’è il derby della Lombardia da vivere!

Prepararsi alla grandezza smentendo le previsioni. Già prima della post season Brescia deve sentirsi onorata di essere sotto la lente di ingrandimento dei santoni di questo sport, segno che questa realtà “di provincia” ha alimentato e realizzato un progetto le cui tappe stanno andando anche ben oltre le previsioni. I riconoscimenti e gli stimoli ci sono e se alle eventuali carenze fisiche rispetto a certe big si potrà sopperire continuando a fare buon uso di intelligenza tattica e soprattutto si metterà in campo passione, tenacia e semplicità, la Germani potrà certamente essere il granello di sabbia negli ingranaggi del, nonostante tutto, proclamato duopolio Milano-Bologna. In un Forum da sold-out dove arriveranno anche 300 tifosi bresciani tra tifoserie organizzate e non, per i biancoblu, teoricamente al completo con il rientro di John Petrucelli, la chiave di volta sarà ancora una volta tenere altissimo il livello di intensità difensiva per cercare di riconfermare il grande risultato ottenuto al PalaLeonessa lo scorso 28 Dicembre con una Olimpia priva della stella Nikola Mirotic, ma che nelle sue file che schiererà Shields, Napier e forse anche l’ultimo arrivato Valentine. Sarà un caso ma la data, quattro mesi dopo, è esattamente uguale all’andata. Che sia già questo di buon auspicio il campo ce lo dirà. L’aver perso il primato potrebbe dare quella minore pressione utile per ritrovare motivazioni ben più forti e chiare.

Olimpia. Archiviata una travagliata stagione di Eurolega, in cui il roster di coach Messina ha mostrato (infortuni illustri a parte) anche la versione più depressa di sé stesso oltre a quella meravigliosa di vittorie contro big come il Real Madrid dell’ex Rodriguez o il Barcellona, o anche il Fenerbache, tutte tra le protagoniste degli attuali play off… l’Olimpia si è potuta concentrare in anticipo sul finale di campionato interno che la vede al terzo posto anche se appaiata a Brescia nel punteggio in quanto per ora in svantaggio dalla sconfitta di Dicembre. Privi ancora di pedine importanti come Mirotic e Maodo Lo, i milanesi ritrovano , seppur con minutaggio limitato Devon Hall. I biancorossi saranno sugli scudi per mettere a segno il sorpasso dei bresciani cercando ancora di rubare lo scettro ai bolognesi che da questa settimana sono tornati a godersi il primato. Quasi scontate probabilmente le previsioni dei quintetti di coach Ettore che tuttavia potrebbe avvalersi in modo più preponderante degli italiani anche sotto canestro- Caruso ha recentemente trovato molto spazio per esempio e il coach non ha nascosto la sua intenzione di dare minuti al giovane lungo- il roster è sempre dichiaratamente talentuoso, fisico e competitivo per tutti i 40 muniti in campo. Sarà sfida di due tra le migliori difese della stagione, perciò poco importa chi verrà schierato, grande competizione e fisicità saranno gli ingredienti certi di questa coda di regular season in preparazione alle prossime più importanti sfide scudetto.

Vivetela con noi. Sulle pagine di Facebook di Bresciacanestro e di Cristiano Tognoli saremo in diretta video con il Forum di Assago dalle 17:45 con il pre partita e dalle 18:15 con la radiocronaca interattiva dove potrete partecipare anche con i vostri messaggi in tempo reale. Su queste colonne la cronaca testuale e a fine partita il tabellino, i voti, le interviste, il commento e pagelle con giudizi.