PAGELLE E GIUDIZI: BURNELL GRINTA DA VENDERE, CHRISTON RALLENTATO, MASSINBURG SBIADITO, PETRUCELLI NON ANCORA IN RITMO EPPURE CI METTE GARRA, DELLA VALLE FRANCOBOLLATO

Bilan soccombe, Gabriel fuoco di paglia, Cobbins si fa trovare pronto, Akele comprimario, solo 17” per Cournooh

Christon 5 in gara 1 non ha convinto, ma almeno ha galleggiato. Nella seconda serata milanese invece stenta davvero a partire, pare rallentato nella testa e nel fisico, perde palloni banali, cerca soluzioni personali quando il pallone è da condividere e quando, nonostante tutto, si ricuce lo strappo e bisogna dare le bordate finali, non sfrutta la sua nota visione periferica e si ostina a cerca Bilan in area quando Adv è pronto dall’arco per colpire e affondare. Un solo assist a riprova della prestazione per nulla convincente.

Massinburg 5.5 parte contratto ed almeno nei primi minuti in campo pare l’ombra di se stesso, temporeggia invece di rendersi pericoloso con palla in mano, concentrato meno del dovuto dalla linea della carità; si attendono le sue triple mortifere, ma ne segna una con convinzione mancandone invece altre 4 con chilometri di spazio disponibile. Il tabellino in sé , con 12 punti a referto , potrebbe valere la sufficienza, ma il risultato deludente ed i colori sbiaditi di chi ha il potenziale di accendere un quadro come fosse Van Ghog, fanno optare per una complessiva insufficienza.  

Gabriel 5 Le arene numerose e quasi esaurite di solito lo esaltano, ma fatta eccezione per una discreta abnegazione difensiva e un paio di rimbalzi, la prestazione dell’ala di Charlotte non appare indimenticabile. Segna una tripla ad avvio di ripresa che sembrerebbe far suonare la carica, ma è un fuoco di paglia; partecipa da comprimario e nemmeno troppo convinto. 9 minuti di gregario  con poco sale e ancor meno pepe.

Petrucelli 6 non ancora in perfetto ritmo gara e spiace avvisare che tra 3 giorni potrebbe essere l’ultima occasione per riuscire a rientrarci. Difende comunque con la garra che lo contraddistingue, recupera 3 palloni, stoppa clamorosamente il gigante montenegrino Mirotic  aiuta come riesce a rimbalzo ( 2carambole). Entra in discreto ritmo offensivo quando ormai serve a poco mentre manca parecchie occasioni quando i punti da segnare servivano come il pane in carestia per agganciare definitivamente o mettere la testa avanti dopo fatiche immense.

Burnell 6.5 grinta ed energia da vendere, in 31 minuti in cui non si risparmia mai. Sfiora la doppia cifra, è preciso dalla lunetta, prende 5 rimbalzi, dispensa 2 assist e 1 stoppata  anche se partecipa con 3 palle perse ai grandi sprechi di serata dell’intera brigata biancoblù.

Della Valle 6 Messina gli riserva la francobollatura di Tonut che ha quei 15 chili in più di muscoli  e se non bastasse raccomanda ai lunghi di tenere raddoppi ogni volta che si avvicina in palleggio alla linea da 3 punti, ci mette una decina di minuti abbondante a prendere le misure e iscriversi a referto. Dà una discreta mano sotto le plance con 3 rimbalzi  recuperati e con aiuti difensivi generosi che gli fruttano una stoppata data e  un paio di falli ben assestati. Nei 33 minuti in campo il capitano perde 4 palloni sui ben 16 sprechi di squadra. Chiude con 9 punti ed una sola bomba dal perimetro; poco servito dai compagni rispetto alle volte in cui riesce a liberarsi dalle manette difensive. 

Bilan 5  quando oltre a non essere in una serata di grazia, la pressione difensiva di tutti i lunghi  avversari  (dotati peraltro senza eccezione alcuna di maggior atleticità) non ti lascia il tempo di respirare o te la cavi con una dose extra di grinta e cattiveria o sei destinato a soccombere. Particolare grinta non si è notata e non resta dunque che “la seconda che hai detto”. Meno Miro e più Mirotic….

Cobbins 6 così come non fa mai mancare supporto ed energia quando è seduto in panchina allo stesso modo stasera Mike fa quel che può per scuotere  i compagni e, al netto di qualche spreco e pasticcio di troppo, nei 16 minuti in campo si dà un gran da fare sotto canestro ( 8 i rimbalzi nel suo score)  e si fa trovare pronto segnando 6 buoni punti in mezzo alle torri meneghine. 

Akele 5.5 Nove minuti da comprimario in cui parte fortissimo in difesa tanto che si può dire che il risveglio dal torpore diffuso che aveva portato alla temperatura glaciale di -15, vede nell’entrata in campo di Nicola il momento del disgelo. Tre rimbalzi ed un palla recuperata, anche un pasticcio brutto su palla praticamente recuperata che gli scivola e che fa perdere per l’ennesima volta nella serata milanese il treno per l’aggancio. 

Cournooh sv Solo 17” in campo

Tanfoglio sv

Pollini sv

Armani Milano 

Voitmann 6.5, Napier 7 Shields 7.5 Tonut 6.5, Melli 7 , Flaccadori6, Mirotic 7.5 Hall 7 Ricci 5,5 Bortolani Sv Caruso sv Hines 6